Surfcasting Online Forum


Rock on the rocks - Live in Murter

Inserite qui i risultati delle vostre uscite corredati da foto

Moderatori: Adminsurf, BigMau, silversurfer, NonnoRito, dieffe2306

Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda komarca » 26/08/2015, 18:48

Chi si aspetta catture memorabili lasci perdere questo post.
Chi vorrebbe vedere delle belle foto, sappia che vado a pescare con un vecchio nokia che se finisce a mare non devo piangere due settimane per cui non ce ne sono.
E' banalmente la storia di un padre di famiglia che torna per una sera ad essere un pescatore, quando una banale paffatina estiva, senza vento in faccia, lanci chilometrici o prede favolose, ti permette di assaporare tutto il profumo del mare, per una volta finalmente "sotto casa" ed il silenzio dei figli piccoli, finalmente a letto!

9 Agosto 2015.
La temperatura diurna ha superato abbondantemente i 38 gradi.
Moglie e figli al seguito (più io al loro che loro al mio, per dir la verità) allietano le mie giornate ma stanno facendo morire di vecchiaia la vermaglia che ho faticosamente importato via aerea nel mio borsello (una scatola di coreani vispissimi ed una scatoletta di bibi francesi, piccolini ma belli turgidi).
Il viaggio da Spalato a Murter è durato poco più di un'ora, per fortuna che ora c'è l'autostrada.
Mi avevano parlato bene di quest'isola, talmente vicina alla costa da esservi collegata con un ponte girevole (risparmiato i soldi del traghetto, almeno quest'anno...)
Per dare un'idea della location, siamo in Croazia, tra Zara e Sebenico, in Dalmazia centrale.
Chi me ne aveva parlato bene non conosce i miei gusti.
Quando vado in ferie non ho voglia di vedere troppa gente e qui è un carnaio. Posto da diportisti peraltro.
Qui i turisti non sono poveracci cechi o polacchi, ma benestanti occidentali.
In spiaggia ci sono perfino chioschi attrezzati ed uno scivolo d'acqua.
E' da tre giorni che sono in questo "angolo di paradiso" ma le canne sono ancora nel fodero.
La spiaggia che voglio sfidare è la più popolare e popolosa dell'isola.
Di giorno è talmente sovraffollata da farti venir voglia di andartene. Cosa che ho fatto a beneficio di spiagge meno belle ma più tranquille. L'isola non ha gli strampiombi del sud, i suoi pendii sono dolci e delicati, e le sue spiagge la rispecchiano.
La spiaggia di Slanica è quella che i più provveduti di voi definirebbero pocket beach, in effetti è proprio una tasca di sabbia bianca circondata dalla classica costa rocciosa dalmata, marmo sbiancato dal mare che si tuffa in acqua. Pini secolari verdi ombreggiano la costa. La spiaggia è orientata ad Ovest, sullo sfondo, ma neanche troppo lontano, il profilo lapideo delle Incoronate, parco nazionale, isole dolomitiche talmente glabre che cambiano colore con il sole. Al tramonto sono rosa. La mattina sono bianche. Di giorno si vede che sono proprio grige...
https://www.google.it/maps/search/slani ... a=!3m1!1e3

Vi rimando alla pagina di ricerca fotografica di google per darvi qualche immagine.
https://www.google.it/search?q=slanica& ... Bl4puWM%3A

Concordo con mia moglie la mia serata di pesca. Lei si dimostra comprensiva, i bambini sono stanchi ed anche lei un pochino... Ottimo!
La spiaggia di sabbia è impraticabile anche la sera: chioschi, musica, bagnanti notturni. Oltre tutto a settanta metri ci sono i galleggianti che delimitano la spiaggia per i bagnanti.
Dopo un aperitivo in famiglia con due birre medie e calamari fritti serviti al dopolavoro ferroviario Reflektor (otto euro in due) cerco il plateau più adatto per trascorrere "tutta la notte". La pescata si svolgerà in realtà tra le 21.30 e le 23.30.
La scelta cade in uno dei pochi posti in cui le rocce antistanti non offrano un'ultima insperata barriera in cui rifugiarsi alle eventuali prede.
Davanti a me sabbia bianca a granulometria medio fine e qualche macchia di poseidonia. Poco più a destra formazioni rocciose (quelle che mio figlio chiama "le radici delle isole". Avevo perlustrato la zona con la maschera: non si va oltre i sei metri di profondità ed anche di giorno ho visto una varietà di pesci di taglia che vale la pena di tentare. C'erano persino delle ombrine.
Non soffia un filo di vento, persino la dalmazia sa essere umida ed afosa in certe occasioni.
Decido di montare il treppiedi proprio in corrispondenza della terrazza estiva del campeggio sovrastante, Camp Slanica, una struttura freakettona rimasta immutata dagli anni '70 che fa tanta tenerezza, con alcune piazzole sistemate tra i pini direttamente a strapiombo sul mare.
Quella sera avrebbero avuto musica dal vivo e l'idea di pescare con un sottofondo di selezionata musica live mi sembrava coerente con questa insolita vacanza all'insegna della mondanità, soprattutto per uno che di solito riesce a trovare spiagge deserte anche a ferragosto in isole collegate con un solo traghetto al giorno.
La mia è un'attrezzatura un po' vintage ma sempre efficace, che conservo con cura.
Una Miura ed una Evoluzione, telescopiche, munite rispettivamente di Aerlex 8000 e Ultegra 10000, nylon dello 0,30, appena rinnovato. Treppiedi telescopico in alluminio, basico. Zaino Quechua con dentro qualche piombo, ami, montature, straccetti, pinzette, minuteria, nasse sacchetti ma soprattutto una bella birra Lasko ghiacciata.
Gli sloveni sanno fare un'ottima birra... non potranno competere con i cechi ma sicuramente se la battono bene con gli austriaci e i tedeschi.
Decido di calare la Miura sulla sabbia trenta metri davanti a me, piombo con alette da 80 g scorrevole con conetto Stronfo, e long arm da 2 metri, innescando a bibi un amo beak dell'owner n. 1. Minitrave in acciaio "Sergio Style" con temolino da 110 g per cercare di schivare qualche incaglio, bracciolo di circa un metro, amo dell'1 innescato a coreano in cerca del sarago. Il mare è a forza olio ed i piombi sono adeguati. Non dovrò sostituirli neanche una volta...
Nonostante lo scuro di luna il faro che illumina la terrazza del campeggio mi evita di dover montare gli starlight, i lanci risultano sciolti nonostante le fronde degli alberi incombenti alle spalle.
Gli scogli restituiscono tutto il calore accumulato durante la giornata (e nelle ultime settimane), sto a torso nudo anche se sono le dieci di sera. Per fortuna ho con me la Lasko ghiacciata.
La canna di sinistra, quella col bibi, dormicchia serena tra la sabbia mentre quella a destra è tutta un sussulto e sta svolgendo esattamente la funzione per cui l'avevo predisposta e lanciata in quel punto.
Ho intercettato una bel pascolo di saraghi: si pesca quasi al colpo. Lancio e dopo pochi minuti strike! Maggioranza di saraghi fasciati, due saraghi reali ed un pizzuto. Mi sto divertendo a tirar fuori saraghi di ogni specie, soprattutto perché non c'è minutaglia in giro e la cattura minima è comunque di misura. La postazione mi consente di tenere vivo il pescato in una nassa rigida, assicurata allo scoglio con un bello spago lungo. A fine serata mi terrò quattro saraghi degli otto pescati, augurando agli altri quattro di rivederli tra un paio d'anni.
Gli inneschi sono precisi, ho la pazienza di infilare anche il coreano sull'amo fino in fondo, presentandolo praticamente intero sul filo con la sola coda punta sull'amo...
L'intenso lavoro sulla Evoluzione mi impedisce di verificare la situazione sulla Miura a cui riesco a sostituire il bibi solo due volte in oltre un'ora. D'altro canto ho fumato una sola sigaretta da quando ho lanciato la prima volta.
Quando "finalmente" i saraghi mi danno un po' di tregua, in una serata generosa di stelle cadenti, anche il mio desiderio meno segreto viene esaudito: non è il piombo quello che si oppone al recupero ma... senti che ca22o di testate: è un'orata, non enorme, ma sui cinque sei etti, la ragazza fa quello che può ma senza anfratti in cui nascondersi non può che venire da me. La isso sugli scogli e mi saluta sollevando tutta la pinna dorsale. Finalmente ci rivediamo, bellezza!
Il gruppetto che ha accompagnato la mia serata con musica dei Dire Straits, Rolling Stones, Beatles, ma anche gruppi indies più recenti è in pausa... colgo la cosa come il segnale che è il momento di raccattare su l'attrezzatura e ringraziare il cielo di aver fatto in due ore il carniere che altre spiagge non ti danno nemmeno in una settimana.
Neanche mezzo chilometro mi separa dall'alloggio dove il resto della famiglia già dorme. Arranco per la salita, confuso e felice come Carmen Consoli.
La mia astinenza dalla pesca è stata premiata quantitativamente anche se non qualitativamente. Me la meritavo una serata senza minutaglia, raffiche di bora, pacchetti di sigarette consumati a guardare cimini immobili.
Anche mia moglie si è già addormentata ed è veramente un peccato non avere nessuno a cui raccontare la bella serata.
Ripongo il pesce silenziosamente in frigo per non svegliare nessuno, mi lavo le mani accuratamente e mi godo un altro quarto d'ora di cielo stellato dal terrazzo di casa, forte della caipirinha che mi sono preparato, in cui ho dovuto lasciare i cubetti di ghiaccio interi per non svegliare il resto della famiglia. Cicchetta finale. Scoreggia in terrazza. Interno notte. Svengo anch'io sul letto.
Per la cronaca il mattino successivo ho fatto un giro anche con l'arbalete, collezionando un'altra orata sui 400 g ed un rombetto che ho ancora sulla coscienza (giuro che con la maschera sembravano più grandi).
La sera del 10 grigliata con un'altra famiglia di amici, dove ho fatto la mia porca figura, con i bambini che non hanno fatto altro che chiedermi come si facesse a pescare pesci "così grandi".
Non ho potuto dire loro che avrei voluto rilasciarli (quasi) tutti quei pesci perché appena di misura, ma che dopo un anno che non andavo al mare avevo anche voglia di far mangiare a mio figlio "un pesce pescato da papà".
La cena è stata servita con contorno di Blitva (bieta) e patate, nella tradizione dalmata. Vorrei parlarvi di un ottimo Malvazjia istriano, ma mentirei... altra birra slovena ghiacciata per tutti... questa volta tra il vociare dei bambini ed il pensiero alla spiaggia... tengo famiglia...
Umberto

Orate pro nobis

Co parlo, no' 'i 'scolta.
Co 'i 'scolta, no' 'i capisse.
Co 'i capisse, 'i se desmentega.
Co ' i se ricorda, 'i sbaja.
Avatar utente
komarca
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 02/06/2010, 18:30
Località: Veneto

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda Nessuno » 26/08/2015, 22:56

Bel post, bel racconto. Complimenti
Curiosità: Hai detto di aver preso dei saraghi reali, non pensavo ce ne fossero in adriatico e a quelle latitudini.
http://www.google.it/maps/@40.9630825,8.1989711,160m/data=!3m1!1e3
L'umiltà è quella virtù che, quando la si ha, si crede di non averla.--Mario Soldati (da Le lettere da Capri, Garzanti)
Ogni passione veramente profonda contiene in sé il suo contrario.--Mario Soldati
Avatar utente
Nessuno
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 04/08/2011, 0:55
Località: Ittiri

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda excalibur49 » 27/08/2015, 6:43

Umberto più che un report di pesca mi sembra una pubblicità sulla Dalmazia e sulle sue bellezze :lol: :lol: :lol: :lol:
Logicamente scherzo e complimenti sia per come ti esprimi che per il report in se stesso. Anche se mancano le foto (secondo me è ora che ti compri uno smartphone :mrgreen: ) il tuo è un report molto più di tanti altri che vedo ultimamente senza ne corpo e ne anima :roll: :roll: :roll:
Enzo
excalibur49
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 06/11/2011, 19:53
Località: Angri (SA)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda komarca » 27/08/2015, 8:54

Nessuno ha scritto:Bel post, bel racconto. Complimenti
Curiosità: Hai detto di aver preso dei saraghi reali, non pensavo ce ne fossero in adriatico e a quelle latitudini.


quelli che io chiamo saraghi reali hanno le striature leggere come i pizzuti ma non hanno il muso a punta...
se ti riferisci ai saraghi faraone, quelli con le grosse fasce nere, non li ho mai visti nemmeno Curzola o Meleda, che sono molto più a sud...
Umberto

Orate pro nobis

Co parlo, no' 'i 'scolta.
Co 'i 'scolta, no' 'i capisse.
Co 'i capisse, 'i se desmentega.
Co ' i se ricorda, 'i sbaja.
Avatar utente
komarca
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 02/06/2010, 18:30
Località: Veneto

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda BigMau » 27/08/2015, 12:56

Anche se non si può considerare un report vero e proprio, è un bel racconto, scritto molto bene e che lascia trasparire la beatitudine ed il rilassamento che ti hanno fornito quelle 2/3 ore in riva al mare. :D

Meriterebbe d'essere inserito nella rubrica "I racconti di Maurizio e di Rito". :wink:
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19226
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda BigMau » 27/08/2015, 13:00

Nessuno ha scritto:Bel post, bel racconto. Complimenti
Curiosità: Hai detto di aver preso dei saraghi reali, non pensavo ce ne fossero in adriatico e a quelle latitudini.

Nelle acque italiane vivono 5 specie di sarago: pizzuto, fasciato (o testa nera), sparaglione (o sparlotto/a), reale (o maggiore) e faraone.
Nella fattispecie, il reale è diffuso in tutti i mari italiani, da Nord a Sud, da Est ad Ovest.
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19226
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda pierino » 27/08/2015, 14:40

mi piacerebbe trascorrere tre ore al mare come hai fatto tu :wink:
bel racconto
Immagine

non voglio due chili di pesce ... voglio un pesce da due chili
pierino
Avatar utente
pierino
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3912
Iscritto il: 18/02/2008, 1:00
Località: bari

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda primusuck » 27/08/2015, 16:50

Hai trascorso una serata piacevolissima e hai trasmesso a noi perfettamente le tue sensazioni. Grazie per la condivisione...anch'io ho 2 pargoletti che crescono e che mi fanno domande sul mare e sui pesci...è stato giusto che tu non rilasciassi quei pesci...inoltre mi sembra di capire che lì ce ne siano abbastanza :D :D
Un' altra cosa che ho molto apprezzato è questa














Immagine

Sono quelli i pini a cui ti riferivi...no :?: :mrgreen: :lol: :lol:
avete mai visto saraghi da un chilo e mezzo? Ma se li pescano appena nati!
lasciate alla specie il tempo di riprodursi...una volta i denti dei saraghi erano grossi come quelli degli asini!

Arriva il freddo ed io ripongo le canne in cantina
Ma come, proprio adesso che si inizia a pescare seriamente?


Immagine
Uploaded with ImageShack.us
Avatar utente
primusuck
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 5952
Iscritto il: 26/01/2008, 1:00
Località: Maruggio (TA)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda komarca » 27/08/2015, 18:51

BigMau ha scritto:Anche se non si può considerare un report vero e proprio, è un bel racconto, scritto molto bene e che lascia trasparire la beatitudine ed il rilassamento che ti hanno fornito quelle 2/3 ore in riva al mare. :D

Meriterebbe d'essere inserito nella rubrica "I racconti di Maurizio e di Rito". :wink:


Ciao Maurizio.
Mi fa veramente piacere che ti sia piaciuto, anche se non sarà mai all'altezza dei vostri racconti.

Non avendo grosse speranze di farvi sognare con catture eccezionali ho cercato a mio modo di realizzare quello che per lungo tempo resterà il mio primo ed unico report: rispetto ai requisiti richiesti manca solo l'indicazione della marea...
sparsi tra i miei vaneggiamenti trovi infatti esatta ubicazione ed orario della pescata, luna, posizione delle canne, montature, terminali, inneschi, esche, attrezzatura, orario delle abboccate, tipologia ed orientamento della spiaggia, tipologia del fondale...
le foto non sono mie ma sono numerose e descrivono la spiaggia da ogni angolazione... le prede erano pesci e non trofei...

:-)
Umberto

Orate pro nobis

Co parlo, no' 'i 'scolta.
Co 'i 'scolta, no' 'i capisse.
Co 'i capisse, 'i se desmentega.
Co ' i se ricorda, 'i sbaja.
Avatar utente
komarca
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 02/06/2010, 18:30
Località: Veneto

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda BigMau » 27/08/2015, 21:29

Molto ma molto meglio questo tho scritto che regala sensazioni che tanti report che altro non sono che sterili cronache con ostentazione di un bel pesce.
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19226
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda StefanoChiavaccini » 31/08/2015, 11:17

Bello ! Trasmette una sensazione di serenità. Bravo !
ImmagineImmagineImmagine
Stefano
Si diventa vecchi quando il numero dei ricordi supera quello dei sogni
Avatar utente
StefanoChiavaccini
Surfcaster
Surfcaster
 
Messaggi: 1536
Iscritto il: 20/02/2013, 14:53
Località: Collecchio (PR) - WE Ponsacco (PI) e Castiglioncello (LI)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda nicola rosa » 31/08/2015, 11:57

Ottimo, l'ho letto un paio di volte e mi è piaciuto ogni volta :D ..Complimenti.. :D
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
nicola rosa
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 582
Iscritto il: 02/02/2014, 15:23
Località: sassari

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda Nathz » 01/09/2015, 13:37

E' un bellissimo racconto, vero, reale, con tanto di particolari personali.
Ed il cicchetto con tanto di scoreggia liberatoria... da favola :D
Io fino ad ora ho omesso questi particolari, ma visto che ai piu' non da' fastidio magari qualche volta vi raccontero' dei "tuoni" emessi durante un recupero che han fatto dubitare il mio socio del bel tempo che avevamo :D :lol:

Complimenti.
:wink:
Saluti.
Raffaele
Nathz
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 385
Iscritto il: 10/10/2013, 14:25
Località: Policoro (MT)

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda Stefano2000 » 01/09/2015, 19:04

bel racconto, molto piacevole da leggere :wink: :D
Nathz ha scritto:Ed il cicchetto con tanto di scoreggia liberatoria... da favola :D
Io fino ad ora ho omesso questi particolari, ma visto che ai piu' non da' fastidio magari qualche volta vi raccontero' dei "tuoni" emessi durante un recupero che han fatto dubitare il mio socio del bel tempo che avevamo :D :lol:

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Stefano
Immagine
Avatar utente
Stefano2000
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 1244
Iscritto il: 22/08/2013, 8:17
Località: Torino

Re: Rock on the rocks - Live in Murter

Messaggioda komarca » 02/09/2015, 15:30

Nathz ha scritto:E' un bellissimo racconto, vero, reale, con tanto di particolari personali.
Ed il cicchetto con tanto di scoreggia liberatoria... da favola :D
Io fino ad ora ho omesso questi particolari, ma visto che ai piu' non da' fastidio magari qualche volta vi raccontero' dei "tuoni" emessi durante un recupero che han fatto dubitare il mio socio del bel tempo che avevamo :D :lol:

Complimenti.
:wink:


preferirei avere un seguito per altri argomenti...
in ogni caso ho deciso di non omettere il "dettaglio" quale sublime metafora di "gioia e liberazione"...

https://www.youtube.com/watch?v=BXB-PoihfYI
Umberto

Orate pro nobis

Co parlo, no' 'i 'scolta.
Co 'i 'scolta, no' 'i capisse.
Co 'i capisse, 'i se desmentega.
Co ' i se ricorda, 'i sbaja.
Avatar utente
komarca
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 02/06/2010, 18:30
Località: Veneto

Prossimo

Torna a Report di pesca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron