Surfcasting Online Forum • Leggi argomento - Quale è la vostra esperienza?

Surfcasting Online Forum


Quale è la vostra esperienza?

Un mondo misterioso

Moderatori: Adminsurf, silversurfer, NonnoRito, BigMau, gio.surf

Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda Ninonno » 07/01/2020, 22:53

Buon anno a tutti, quale è la vostra esperienza col filo in bobina? Ho constatato che con fili meno elastici e più rigidi si hanno più autoferrate e autoallamate di pesci rispetto a quelli con PIÙ elasticità e morbidezza...parlo di surfcasting e paf. Orientativamente circa il 30 / 40 % in più....voi che esperienza avete in proposito? É realistica una cosa del genere , ho avuto la percezione di più toccate a vuoto....che ne pensate? Saluti.
Ninonno
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 06/08/2019, 19:27
Località: Catania

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda primusuck » 08/01/2020, 10:17

Normalmente l'auto ferrata dovrebbe essere deputata alla zavorra...non credo ci sia differenza coi fili in bobina...a meno che non usi una treccia e un paletto per canna :D
avete mai visto saraghi da un chilo e mezzo? Ma se li pescano appena nati!
lasciate alla specie il tempo di riprodursi...una volta i denti dei saraghi erano grossi come quelli degli asini!

Arriva il freddo ed io ripongo le canne in cantina
Ma come, proprio adesso che si inizia a pescare seriamente?
Avatar utente
primusuck
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6012
Iscritto il: 26/01/2008, 1:00
Località: Maruggio (TA)

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda dariotomasi2009 » 08/01/2020, 14:05

Premesso che non ho mai fatto una statistica di questo tipo per i fili in bobina che uso nella pesca in mare, a rigor di logica non dovrebbero esserci differenze rilevanti in caso di autoferrata. Mi spiego: l’autoferrata avviene per effetto della resistenza prodotta dal piombo fisso tramite il filo terminale alla trazione esercitata dal pesce in fuga, quindi se incidenza esiste da parte dell’elasticità del filo usato riguarda quella del terminale e non quella della bobina. Se immagini in particolare uno short basso o un long-arm collegato a un minitrave il concetto appare lampante. In caso di short rovesciato avrai magari un leggero ritardo nell’effetto di autoferrata a parità di terminale ma la sostanza non cambia. Tenuto anche conto che in quel caso il terminale è solidale al trave, il quale è a sua volta -al capo opposto al piombo- legato al parastrappi (shock-leader), ce ne vuole prima di far entrare in partita di resistenza la tensione del filo in bobina.
Dario
Avatar utente
dariotomasi2009
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 31/01/2015, 23:26
Località: Schio (VI)

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda Ninonno » 08/01/2020, 21:27

Si Dario, mi riferivo sopratutto allo short rovesciato ,forse essendo più lontano dal piombo potrebbe risentire anche in un certo modo dell'effetto della canna e del tipo di rigidità del filo in bobina...la prova credo potrebbe essere che col trecciato questo possa essere preso in considerazione o no? Credo che questa discussione dovrebbe essere approfondita bene ,anche per capire ed essere certi dei fattori che partecipano alle autoferrate del pesce, chiaramente escluso l'effeto noto degli ami usati. Scusatemi forse sarò troppo complicato,ma non sono sicuro se sbaglio a ipotizzare che non sia solo il piombo a determinare l'autoferrata...se sbaglio ditelo chiaramente, sono curioso di sapere le vostre opinioni esperienze e sensazioni....grazie a tutti .
Ninonno
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 06/08/2019, 19:27
Località: Catania

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda Ninonno » 08/01/2020, 21:34

Scusate dimenticavo : se il cimino della canna si piega quando il pesce mangia e non si allama però vuol dire che anche il tragitto dal terminale alla punta della canna partecipa a opporsi e fare trazione alla mangiata, oltre al piombo , che dire...a voi
Ninonno
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 06/08/2019, 19:27
Località: Catania

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda primusuck » 09/01/2020, 9:51

Ninonno ha scritto:Scusate dimenticavo : se il cimino della canna si piega quando il pesce mangia e non si allama però vuol dire che anche il tragitto dal terminale alla punta della canna partecipa a opporsi e fare trazione alla mangiata, oltre al piombo , che dire...a voi


...in quel caso semplicemente la punta dell'amo non è penetrata...hai visto com'è facile che penetri in uno delle nostre dita? Quando accade quello che dici tu molto probabilmente il pesce avrà mangiato e sputato oppure schiacciato sul gambo senza prendere la punta...sono tanti i fattori...non possiamo determinarlo, certo è sempre meglio adeguare l'amo all'esca usata e lasciare la punta dell'amo ben esposta. :wink:
avete mai visto saraghi da un chilo e mezzo? Ma se li pescano appena nati!
lasciate alla specie il tempo di riprodursi...una volta i denti dei saraghi erano grossi come quelli degli asini!

Arriva il freddo ed io ripongo le canne in cantina
Ma come, proprio adesso che si inizia a pescare seriamente?
Avatar utente
primusuck
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6012
Iscritto il: 26/01/2008, 1:00
Località: Maruggio (TA)

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda dariotomasi2009 » 09/01/2020, 11:18

Al netto di quanto ti ha già detto Danilo dobbiamo intenderci su che tipo di montatura stiamo adottando e anche alla distanza da riva a cui abbiamo posizionato la nostra insidia.
Nel precedente mio intervento era evidente il riferimento al classico piombo finale collegato a trave o minitrave (da cui si diparte il finale) a sua volta legato al parastrappi. Ciò che davo per scontato (ma potrebbe non esserlo..) era la distanza da riva a cui lavora la montatura. Se si lavora entro i 20-30 metri in situazione di mare calmo si può anche riuscire a mettere in tensione il filo di bobina e in quel caso può esserci un contributo dello stesso all’autoferrata. Se si lavora dai 70-80 metri da riva in su, normalmente la mia distanza minima a paf perché a meno nelle spiagge che frequento le già poche mormore e orate non le prendi, allora diventa ben difficile mettere in egual tensione il filo di bobina. Può sembrarti di averlo in egual tensione ma in realtà la “pancia” che comunque il filo fa rende poco significativo se non insignificante il contributo all’autoferrata.
Certo mi è capitato di vedere buone piegate anche a quella distanza ma allora il pesce era già allamato e andava a spasso trascinandosi il piombo, vero artefice della ferrata anche se poi d’istinto ci aggiungevo del mio (..come tutti) con un buon strattone all’inizio del recupero.
A completamento ti dico che quando mi capita di lavorare anche entro i 20-30 metri da riva, cosa che non faccio dalla spiaggia ma nelle foci o a ridosso di queste e nelle bocche di porto, allora nelle canne deputate a quella distanza cambio montatura. Uso il piombo scorrevole (su pipetta antigroviglio) e utilizzo in bobina un filo meno elastico (..del 40% in meno rispetto a quello normale, dicono i produttori), perché lì la ferrata è tutta mia dopo che la presenza della preda grazie alla tensione del filo di bobina mi è segnalata fin dalle prime tocche anche se leggere. Aggiungo che le canne con questa montatura hanno bisogno di maggior attenzione durante la pescata di quelle con piombo fisso posizionato a grande distanza.
Dario
Avatar utente
dariotomasi2009
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 31/01/2015, 23:26
Località: Schio (VI)

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda Ninonno » 09/01/2020, 14:45

In sostanza escludete una compartecipazione del complesso canna e relativo filo imbobinato alle autoferrate del pesce,ovviamente a distanza . In definitiva il piombo è responsabile al 100/100 . Comunque ,ad essere sincero,mi era venuto questo dubbio in quanto pescando diverse volte con due canne una con vettino più rigido e l'altra più flessibile, a parità di terminali e distanze , ho notato meno tocche a vuoto e più catture con quello rigido....boh, forse solo il caso , a voi non è capitato qualche volta?
Ninonno
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 06/08/2019, 19:27
Località: Catania

Re: Quale è la vostra esperienza?

Messaggioda BigMau » 09/01/2020, 19:11

Ninonno, prova a pensare alla pesca con il palamito.
Ragionaci un po' su e trai le conclusioni. :wink:
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19335
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)


Torna a Terminali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Privacy Policy Cookie
cron