Surfcasting Online Forum • Leggi argomento - Travi per mare mosso

Surfcasting Online Forum


Travi per mare mosso

Un mondo misterioso

Moderatori: Adminsurf, silversurfer, NonnoRito, BigMau, gio.surf

Travi per mare mosso

Messaggioda tiger92 » 05/02/2018, 11:32

Ciao, eccomi qua con la mi prima domanda... vorrei chiedervi un primo consiglio su come costruire travi e terminali da usare in questo periodo quando il mare e' mediamente mosso, principalmente per la pesca alla spigola. :o
Vi do alcune info sullo spot di pesca e sull'attrezzatura: io generalmente pesco nella zona nord di roma, dalla spiaggia con fondali sabbiosi che raggiungono dopo circa 50m dalla riva i 3/4m di profondita'.
La mia attrezzatura e' composta da due canne con azione 160g e sui muli uso monofili da 0.23/0.25 ovviamente con shock leader.
Ogni consiglio e' ben accetto... grazie a tutti :D :D
// Leonardo //
Avatar utente
tiger92
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 04/02/2018, 20:18
Località: Roma

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda clauser » 05/02/2018, 13:16

La faccenda è un po' complicata perché intanto sarebbe necessario accertare se entrambi intendiamo per "mediamente mosso" la stessa cosa.

Penso di far prima dandoti alcune info di massima:
Senza complicarci la vita partiamo con il classico Long arm; il terminale partirà da 2,50-2,80 mt per insidiare principalmente orate con diametri da 0,22 fino allo 0,35. Quello che devi tenere presente è che con mare calmo puoi usare terminali sottili e lunghissimi in modo di lasciare la massima mobilità all'esca, con mare mosso in breve il terminale si ridurrebbe in un inestricabile garbuglio. Quindi per evitare o meglio, per limitare ciò si accorcia il terminale e si aumenta il diametro quanto basta.

La spigola che ti interessa solitamente non guarda troppo il capello, se ha fame ingioia di tutto, molto spesso anche gli inneschi col cavetto d'acciaio destinati ai serra. quindi potrai impiegare tranquillamente terminali più corti, 120-140 cm e di diametro adeguato per non ingarbugliare in base alle condimeteo, se ingarbugli solita operazione; si aumenta il diametro e si accorcia il terminale fino ad arrivare ai 15-20 cm con diametro da 0,35 e anche più che si impiega in condisurf con mare formato su travi "Pater noster" .
.
Sergio

Immagine Immagine__________________
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Albert Einstein
Avatar utente
clauser
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6227
Iscritto il: 18/04/2010, 13:23
Località: Pordenone

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tifone » 05/02/2018, 18:05

Come ha già detto Sergio, per il mare mosso uno dei sistemi pescanti migliori è il Pater noster. In caso di mare formato uso anche lo short rovesciato.
Danilo.
Avatar utente
tifone
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 01/10/2014, 11:36
Località: Agadir ( Marocco )

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tiger92 » 05/02/2018, 18:58

Grazie mille per le dritte che mi hai dato... :D ora mi e' molto più chiaro il rapporto tra mare e terminale... quindi nel mio caso potrei costruire un trave con un bracciolo che montero' in base alle condizioni del mare, potresti darmi un po di dettagli sulla costruzione (soprattutto lunghezza del trave e posizionamento del bracciolo) ?? Oppure il pater noster che sarebbe il trave con due braccioli, giusto??
// Leonardo //
Avatar utente
tiger92
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 04/02/2018, 20:18
Località: Roma

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda pierino » 05/02/2018, 20:04

http://www.surfcastingonline.net/terminali/

partendo da qui, da perfetto ignorante, ho imparato le basi necessarie,
poi, spulciando la sezione ho appreso tante finezze.
Adesso pesco solo con trave solidale e in spiaggia decido al momento l'assetto di pesca
:wink: :wink: :wink: :wink: :wink:
non voglio due chili di pesce ... voglio un pesce da due chili
pierino
Avatar utente
pierino
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3915
Iscritto il: 18/02/2008, 1:00
Località: bari

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tifone » 05/02/2018, 20:16

Sulla pagina principale del sito " home " sotto la voce rubrica, trovi tutti i dettagli dei vari calamenti, troverai in'oltre tante altre cose molto interessanti.
Comunque ! Lo short rovesciato lo faccio su un trave dello 0,60 mm lungo circa 170 cm, a 10 cm dal collegamento con lo SL faccio il classico snodo con perlina/ girella/perlina, fermate con il filo interdentale, a volte volgare nylon. Alla girella collego il bracciolo che può essere lungo quasi fino a toccare il piombo. Lunghezza e dimensioni di questo sono da adeguare alla situazione.
Il pater noster , sempre su un trave dello 0,60 mm, lo faccio lungo anch'esso circa 170 cm, il primo snodo a 50 cm dall'attacco con lo SL, il secondo snodo ad un mt dal primo. Poi aggancio rapido per il piombo. I due braccioli avranno una lunghezza di circa 40/50 cm, e i 2 ami non devono toccarsi. Anche in questo caso la lunghezza ed il diametro dei finali sono da adeguare alla situazione.
Danilo.
Avatar utente
tifone
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 01/10/2014, 11:36
Località: Agadir ( Marocco )

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda BigMau » 06/02/2018, 21:44

tiger92 ha scritto:Ciao, eccomi qua con la mi prima domanda... vorrei chiedervi un primo consiglio su come costruire travi e terminali da usare in questo periodo quando il mare e' mediamente mosso, principalmente per la pesca alla spigola. :o

Premess che i calamenti non si costruiscono in base al pesce che si spera di prendera ma allo stato del mare, dai un'occhiata qui: http://www.surfcastingonline.net/i-cala ... rfcasting/

tiger92 ha scritto:...pesco nella zona nord di roma, dalla spiaggia con fondali sabbiosi che raggiungono dopo circa 50m dalla riva i 3/4m di profondita'

Dove? Come hai misurato la profondità?
Tra Roma e Capalbio non esiste spiaggia che a 50 metri da riva raggiunga quelle profondità e sono rarissime quelle che arrivano alla metà.
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19335
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tiger92 » 07/02/2018, 18:24

Grazie davvero per le utilissime info che mi avete dato... ora ho le ide molto più chiare e posso cimentarmi nella costruzione di travi e terminali...
BigMau ha scritto: Dove? Come hai misurato la profondità?
Tra Roma e Capalbio non esiste spiaggia che a 50 metri da riva raggiunga quelle profondità e sono rarissime quelle che arrivano alla metà.

Hai ragione, mi ero gia accorto dell'errore ma non sapevo come correggere il post. Ovviamente non intendevo tutta quella profondita'... io pesco nella zona di Ladispoli

Approfito per chiedere un paio di cose sullo schock leader... utilizzando shock conici sono solito usare il nodo di sangue per la giunzione madre/shock poiche vado a legare in sostanza due fili con diam uguale (es madre 0.26 e shock 0.26/0.57). Che nodo mi consigliate se ad esempio voglio usare come shock uno spezzone del 50 (con una netta differenza di diam)??
Siccome come scritto prima lo shock conico termina con un diam di 0.57, a mio avviso un po eccessivo, ed ha una lunghezza tot di circa 15 metri, mi consigliate di accorciarlo di qualche metro per raggiungere un diam un po minore o secondo voi e meglio sfruttarlo tutto?? (considerate che lancerei max 125g)
// Leonardo //
Avatar utente
tiger92
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 04/02/2018, 20:18
Località: Roma

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tifone » 07/02/2018, 20:48

Per lanciare 125 grammi, io lo SL dello 0,57 mm non lo taglierei....Per legare 2 lenze di diametro diverso uso l'Albright.
Danilo.
Avatar utente
tifone
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 01/10/2014, 11:36
Località: Agadir ( Marocco )

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda clauser » 07/02/2018, 20:57

No, non risolvi nulla. La conicità non è distribuita su tutta la lunghezza, in definitiva è solo rastremato per qualche metro (quattro o cinque) da una parte.

Ci sono parecchi nodi impiegabili per quella giunzione, quale impiegare dipende solo da te, tenendo presente che quello che avrà maggior tenuta sarà quello che avrai eseguito alla perfezione indipendentemente dalla complessità, eppoi un nodo è sempre un atto di fede.

Se fatto bene, per i diametri che ti interessano a mio avviso il migliore in fatto di tenuta è l'Albright, come eseguirlo lo trovi anche qui: http://www.surfcastingonline.net/nodi-surfcasting/
.
Sergio

Immagine Immagine__________________
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Albert Einstein
Avatar utente
clauser
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6227
Iscritto il: 18/04/2010, 13:23
Località: Pordenone

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda pierino » 08/02/2018, 11:40

pprofito per chiedere un paio di cose sullo schock leader... utilizzando shock conici sono solito usare il nodo di sangue per la giunzione madre/shock poiche vado a legare in sostanza due fili con diam uguale (es madre 0.26 e shock 0.26/0.57). Che nodo mi consigliate se ad esempio voglio usare come shock uno spezzone del 50 (con una netta differenza di diam)??
Siccome come scritto prima lo shock conico termina con un diam di 0.57, a mio avviso un po eccessivo, ed ha una lunghezza tot di circa 15 metri, mi consigliate di accorciarlo di qualche metro per raggiungere un diam un po minore o secondo voi e meglio sfruttarlo tutto?? (considerate che lancerei max 125g

Rispetto al nodo Sergio ha sintetizzato il convicemento che ho maturato studiando su SCO.
per lo SL mi permetto di consigliare semplicità ed economicità, ossia uno 0.60 con cui sei tranquillo di poter lanciare ciò che ti dovesse servire.
Scrivi che lanceresti max 125 grammi, ma se ti ritrovi con forte corrente ed hai necessità di aumentare il peso che fai??
cambi lo SL aumntando il diametro?
vai a casa?
Grazie ai consigli degli esperti che scrivono qui ho imparato a cercare l'assetto che mi consenta di essere "pronto" ad affrontare un buon range di condizioni, giungendo ad adottare sempre e solo SL 0.60, che mi consente di lanciare anche 200 grammi, con trave solidale, in modo da poter predisporre il calamento che reputo più opportuno (long arm, short, short rovesciato o pater noster) in ragione del mare che mi trovo ad affrontare :wink: :wink:
non voglio due chili di pesce ... voglio un pesce da due chili
pierino
Avatar utente
pierino
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3915
Iscritto il: 18/02/2008, 1:00
Località: bari

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tiger92 » 12/02/2018, 13:05

Grazie per tutti i chiarimenti... un'ultima cosa, quando vado a fare il nodo albraight per lo shock leader, quanti giri di filo devo fare prima di passarlo nell'asola creata all'inizio ??
// Leonardo //
Avatar utente
tiger92
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 04/02/2018, 20:18
Località: Roma

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tifone » 12/02/2018, 13:17

tiger92 ha scritto:Grazie per tutti i chiarimenti... un'ultima cosa, quando vado a fare il nodo albraight per lo shock leader, quanti giri di filo devo fare prima di passarlo nell'asola creata all'inizio ??

Io ne faccio 10/12, dipende anche da quanto sono differenti i diametri della lenza. Dai un'occhiata sul tubo, trovi molto.
Danilo.
Avatar utente
tifone
Pescatore
Pescatore
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 01/10/2014, 11:36
Località: Agadir ( Marocco )

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda clauser » 12/02/2018, 14:40

tifone ha scritto:
tiger92 ha scritto:Grazie per tutti i chiarimenti... un'ultima cosa, quando vado a fare il nodo albraight per lo shock leader, quanti giri di filo devo fare prima di passarlo nell'asola creata all'inizio ??

Io ne faccio 10/12, dipende anche da quanto sono differenti i diametri della lenza. Dai un'occhiata sul tubo, trovi molto.

Quoto Danilo, ma ricorda che 10-12 spire sono proprio il minimo sindacale; il nodo in origine ne prevedeva 14 di spire. Però facendone 16, specie se si impiegano lenze sottili si assucca con più efficacia.

Poi negli anni c'è stata una scia di intellettuali che ha ridotto il numero complessivo delle spire a 4 o 5 cinguettando in rete che funzionava persino meglio! (probabilmente un danno collaterale dovuto alla diffusione della cannabis :roll: ) . . . . . . .

Fanne 14. ed esegui bene quel nodo. E' un bel nodo, sicuro e con un buon carico di rottura, ma come tutti i tipi di nodo per essere affidabile richiede di essere realizzato alla perfezione.

L'alternativa di comodo è l' "Improved UNI", più semplice e di realizzazione più veloce ma ovviamente non ha la stessa tenuta ed affidabilità.
.
Sergio

Immagine Immagine__________________
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Albert Einstein
Avatar utente
clauser
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6227
Iscritto il: 18/04/2010, 13:23
Località: Pordenone

Re: Travi per mare mosso

Messaggioda tiger92 » 12/02/2018, 16:16

Grazie ragazzi... siete davvero disponibili...

Clauser ha scritto:
Fanne 14. ed esegui bene quel nodo

Con 14 spire il filo non avra' problemi ad uscire dagli anelli durante il lancio??
Considera che io ne facevo circa 15 per unire multifibra e nylon quando pescavo a sinning la trota nei laghetti (quindi con fili molto fini) ed ogni tanto mi dava problemi di scorrimento...
// Leonardo //
Avatar utente
tiger92
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 04/02/2018, 20:18
Località: Roma

Prossimo

Torna a Terminali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Privacy Policy Cookie