Surfcasting Online Forum • Leggi argomento - lenze e terminali per orate

Surfcasting Online Forum


lenze e terminali per orate

Un mondo misterioso

Moderatori: Adminsurf, silversurfer, NonnoRito, BigMau, gio.surf

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda primusuck » 23/09/2016, 18:01

vabbene...allora diciamo che se uno si vuol divertire deve usare terminali sottili e canne paraboliche, se vuole solo tirare fuori dall'acqua i pesci può usare canne più rigide,magari ad azione di punta e terminali più consistenti, ma entrambi devono capire dove e quando cercsre e trovare le orate :mrgreen:

E' ovvio che se io riesco ad individuare un periodo dell'anno e un punto dove le orate girano a 10 metri da riva posso anche pescare con una clipper e lo 0.20, ma se le devo insidiare a 100-120 metri e su fondali misti...be...le cose cambiano e tocca mi difìverta di meno :lol: :lol: :lol: :lol:

E' tutto relativo...vero Pierì? :D
avete mai visto saraghi da un chilo e mezzo? Ma se li pescano appena nati!
lasciate alla specie il tempo di riprodursi...una volta i denti dei saraghi erano grossi come quelli degli asini!

Arriva il freddo ed io ripongo le canne in cantina
Ma come, proprio adesso che si inizia a pescare seriamente?
Avatar utente
primusuck
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6013
Iscritto il: 26/01/2008, 1:00
Località: Maruggio (TA)

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda pierino » 23/09/2016, 18:19

io ne sono convinto, è tutto estremamente relativo.
credo che si stiano estremizzando i concetti.
anch'io difficilmente scendo sotto lo 0.30 se cerco orate, anche perchè anch'io non uso vermi,
faccio inneschi consistenti, anche molto consistenti, ma non faccio fare sci nautico all'eventuale pesce allamato,
perchè non voglio perderlo se allamato sul labbro (per es.)

credo esista sempre una via di mezzo,
in questo caso,

no ai fili sottili (dove per sottili si intende sotto lo 0.28 o 0.26, che alla fine, se di ottima qualità, posono essere superiori ad uno scarso 0.30) per non rischiare inutilmente che un prosciutto, che ti capita una volta enlla vita, spezzi il finale.

Al pari no allo sci nautico, perchè può farti perdere il prosciutto di cui sopra.

nella prima uscita a pesca dalla spiaggia con le mie figlie ho cercato di far capire loro che devono recuperare con estrema calma :wink: :wink: :wink:
avevano terminali con 0.30 :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
non voglio due chili di pesce ... voglio un pesce da due chili
pierino
Avatar utente
pierino
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3915
Iscritto il: 18/02/2008, 1:00
Località: bari

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda BigMau » 26/09/2016, 12:58

clauser ha scritto:
BigMau ha scritto:
surf170 ha scritto:mai preso orate superiori ai 2 kg( beato te che le becchi). io confermo nel modo più assoluto che se non superano i 2 kg il 0,22 basta e avanza.con canne mollaccione è un grande diametro.

Hai ragione, avevo letto male.
A maggior ragione, visto che non hai mai preso un'orata superiore ai 2 kg, perché rischiare di perderla qualora abboccasse?
Dammi retta, un prosciutto da 4 o più chili è un trattore e ti fa rimanere male quando spezza quel 22 che dichiara un carico di rottura favoloso.



Hai perfettamente ragione Maurizio, però riflettendo sul "qualora abboccasse" il pescare "leggero" è un ottimo incentivo per impiegare buoni materiali e per quanto possibile testandoseli, nodi perfetti, minuterie di qualità e praticare sempre nei fatti il self-control necessario per un recupero non dico sempre da manuale, ma almeno quel tanto decente da non far danni.

Poi ovvio dipende dallo spirito con cui si pratica la pesca; se uno pensa che una volta allamata la preda, con le buone ma meglio se con le cattive questa deve uscire immediatamente di peso dall'acqua si arriva subito a uno 0,60! :lol:

Sergio, senza falsa modestia posso dirti che ho preso pesci di peso molto superiore al carico di rottura del filo usato nell'occasione.
Posso anche dirti di aver preso "qualche" orata superiore ai due chili.
Dalla somma di queste due mie affermazioni, posso dirti che non mi sentirei sicuro a spiaggiare un'orata di 3/4/5 chili con un terminale dello 0,25 (figuriamoci se minore...) specialmente in quei pomeriggi estivi in cui il Ponentino" provoca un po' d'ondicella sullo scalino di risacca.
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19335
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda Lucio Amadasi » 28/09/2016, 23:59

....èèèèèhhhhh.....chi pesca dalla spiaggia con l'intento di prendere l'orata da sogno......sotto il finale 0,30 non ci va.Se poi decidi di pescare a bolognese dagli scogli,è tutt'altra faccenda.
Il long arm,limitatamente volto ad insidiare l'orata, è il terminale per elezione : da 1,50 fino a 2,50 mt. ;ciò non vuol dire che uno short o uno short rovesciato per "andare fuori"non vadano bene.
Per quanto riguarda l'amo sul braccio lungo e pescando l'orata ne va bene solo un tipo : beak n.2.......tutti gli altri lasciali a casa.....ovviamente se vai solo ad orate.
Lapidario ?...si,ovviamente come al solito :
....chi parte col l'intenzione di prendere orate,deve anche dotarsi di un bel chilo di crema contro gli UV e guarda caso hai anche la" piatta" che te li fa rimbalzare come le palle su un campo da tennis....anche Eolo è andato in vacanza in compagnia di Poseidone,e sotto questa piatta ...vane sono le speranze di intercettare una minima correntina,e allora non ti resta che appellarti a San...Long Arm.Il più bel calamento da pesca a fondo dalla spiaggia.
E' "lui"che svolge il lavoro della corrente : raccogliendo anche il più piccolo sentore di essa....e più assottigliate i diametri e meno lo fate lavorare.Maggiore il diametro del filo...maggiore la risposta all'azione di spinta da parte del flusso d'acqua....In pratica l'orata se ne sbatte i c@@@@@@@i se attaccato alla cozza,al granchio,alla striscia di seppia,calamaro,totano ecc.ecc.c'è un filo dello 0,50.
L'amo ?...perchè il 2 ?...semplice,e due sono i motivi : in primis perchè è l'unica misura che eviti l'effetto schiacciamento : più grandi sono ,maggiormente intercettabili dalle placche ossee dell'apparato masticatorio dello sparide;più piccoli non sufficientemente prensili e di scarsa utilità meccanica;secondo motivo:se già abbiamo difficoltà nel cercare di dare un minimo di movimento al finale sarebbe del tutto inappropriata la scelta di un amo più grande e di conseguenza più pesante.(Ricordarsi che il long arm è un calamento di ricerca,quindi super-attivo e non statico come molti pensano)
Forse è l'unico caso in cui non valga il detto : l'amo si deve adattare all'esca...ma esattamente l'opposto.
Il filo e a maggior ragione nel SC ha tanti altri motivi d'essere....quasi al contrario di tante altre specialità alieutiche nelle quali si va alla spasmodica ricerca del ...: più il diametro è sottile e maggiori sono le probabilità di cattura ......

salutiiiiiiiiiii :wink:
Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità : il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti.

A.E.
Avatar utente
Lucio Amadasi
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 812
Iscritto il: 26/08/2013, 14:25
Località: Parma

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda pierino » 29/09/2016, 16:59

ottima Lucio :wink: :wink: :wink: :wink: :wink: :wink: :wink: :wink: :wink: :wink:
se non fossi stato convinto di ciò che hai scritto,
adesso lo sarei.
Poichè lo ero,
ora lo sono ancor più :idea: :idea: :idea: :idea:
non voglio due chili di pesce ... voglio un pesce da due chili
pierino
Avatar utente
pierino
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3915
Iscritto il: 18/02/2008, 1:00
Località: bari

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda BigMau » 30/09/2016, 12:57

Lucio, perdonami, ma non sono d'accordo............














































.........su una spaziatura che hai omesso al centro dell'ottava riga. :wink:
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19335
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda Lucio Amadasi » 30/09/2016, 13:27

, :wink:
Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità : il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti.

A.E.
Avatar utente
Lucio Amadasi
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 812
Iscritto il: 26/08/2013, 14:25
Località: Parma

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda primusuck » 30/09/2016, 13:47

BigMau ha scritto:Lucio, perdonami, ma non sono d'accordo..........


.........su una spaziatura che hai omesso al centro dell'ottava riga. :wink:


... io invece "vado fuori " anche con il LA... lo cippo :D
avete mai visto saraghi da un chilo e mezzo? Ma se li pescano appena nati!
lasciate alla specie il tempo di riprodursi...una volta i denti dei saraghi erano grossi come quelli degli asini!

Arriva il freddo ed io ripongo le canne in cantina
Ma come, proprio adesso che si inizia a pescare seriamente?
Avatar utente
primusuck
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6013
Iscritto il: 26/01/2008, 1:00
Località: Maruggio (TA)

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda NonnoRito » 30/09/2016, 15:30

Lucio Amadasi ha scritto:....èèèèèhhhhh.....chi pesca dalla spiaggia con l'intento di prendere l'orata da sogno......sotto il finale 0,30 non ci va.Se poi decidi di pescare a bolognese dagli scogli,è tutt'altra faccenda.
Il long arm,limitatamente volto ad insidiare l'orata, è il terminale per elezione : da 1,50 fino a 2,50 mt. ;ciò non vuol dire che uno short o uno short rovesciato per "andare fuori"non vadano bene.
Per quanto riguarda l'amo sul braccio lungo e pescando l'orata ne va bene solo un tipo : beak n.2.......tutti gli altri lasciali a casa.....ovviamente se vai solo ad orate.
Lapidario ?...si,ovviamente come al solito :
....chi parte col l'intenzione di prendere orate,deve anche dotarsi di un bel chilo di crema contro gli UV e guarda caso hai anche la" piatta" che te li fa rimbalzare come le palle su un campo da tennis....anche Eolo è andato in vacanza in compagnia di Poseidone,e sotto questa piatta ...vane sono le speranze di intercettare una minima correntina,e allora non ti resta che appellarti a San...Long Arm.Il più bel calamento da pesca a fondo dalla spiaggia.
E' "lui"che svolge il lavoro della corrente : raccogliendo anche il più piccolo sentore di essa....e più assottigliate i diametri e meno lo fate lavorare.Maggiore il diametro del filo...maggiore la risposta all'azione di spinta da parte del flusso d'acqua....In pratica l'orata se ne sbatte i c@@@@@@@i se attaccato alla cozza,al granchio,alla striscia di seppia,calamaro,totano ecc.ecc.c'è un filo dello 0,50.
L'amo ?...perchè il 2 ?...semplice,e due sono i motivi : in primis perchè è l'unica misura che eviti l'effetto schiacciamento : più grandi sono ,maggiormente intercettabili dalle placche ossee dell'apparato masticatorio dello sparide;più piccoli non sufficientemente prensili e di scarsa utilità meccanica;secondo motivo:se già abbiamo difficoltà nel cercare di dare un minimo di movimento al finale sarebbe del tutto inappropriata la scelta di un amo più grande e di conseguenza più pesante.(Ricordarsi che il long arm è un calamento di ricerca,quindi super-attivo e non statico come molti pensano)
Forse è l'unico caso in cui non valga il detto : l'amo si deve adattare all'esca...ma esattamente l'opposto.
Il filo e a maggior ragione nel SC ha tanti altri motivi d'essere....quasi al contrario di tante altre specialità alieutiche nelle quali si va alla spasmodica ricerca del ...: più il diametro è sottile e maggiori sono le probabilità di cattura ......

salutiiiiiiiiiii :wink:



...Eccoooo!!!!! :wink: :wink:
Il Mare è come una bella donna....a volte ti sorride....a volte no, ma accende la tua passione.
Nonno Rito
Immagine Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
NonnoRito
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 5626
Iscritto il: 30/03/2008, 1:00
Località: Messina/Barcellona

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda Omar » 14/10/2016, 16:13

BigMau ha scritto:Io le orate (ma anche i saraghi e le spigole) le pesco con lo 0,18 perché sono un masochista.

Vorrei tanto che chi pesca le orate con terminali più sottili dello 0,25 me ne spiegasse il motivo.
Da parte mia ho più volte scritto perché non scendo mai sotto allo 0,30.



Vangelo!! Mi è successo una volta, qualche anno fa, che mi rimanesse allamata una bella orata (2,4 kg) su un terminale dello 0,22.....con mooooooooolta calma e facendola stancare fino allo sfinimento (mio, più che dell' orata), ce l'ho fatta a tirarla fuori, su spiaggia bassa e con pochissimo scalino, MA QUANTO MI SONO CAGATO SOTTO !!!!! Da quel giorno, anche a mare forza olio, terminale almeno almeno 0,25 ma quasi sempre più probabile 0,28 !!! :wink:
Sampei......Sampei.......pescatore la sgaragna sgappola....

Immagine

Ho una voglia di mare che mi pesco addosso !

"...sono pochi gli anni, forse sono solo giorni, e stan finendo tutti in fretta e in fila, non ce n'è uno che ritorni..." (L.Dalla)
Avatar utente
Omar
Moderatore locale
Moderatore locale
 
Messaggi: 10337
Iscritto il: 26/01/2007, 1:00
Località: Lucca / Livorno

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda vincenzo86 » 09/08/2017, 11:59

Permettetemi di dissentire su alcune cose.
Certamente siete più esperti di me, soprattutto se si parla si surfcasting vero, che pratico poco perchè vado a pesca quasi esclusivamente in estate.
L'orata però si insidia molto bene in condi paf, di giorno quando il sole picchia, e in queste condizioni il diametro del long arm e la grandezza dell'amo ritengo siano decisivi.
Negli spot che frequento, con fondale molto basso e sabbioso oltre lo 0,22 il pesce non si accosta, così come se utilizzo ami superiori al 6.
Ugualmente qualsiasi esca che non sia arenicola viene disdegnata e vi sfido a fare un innesco di arenicola su un amo del 2.
Di orate ne ho prese molte tra i 700 gr ed un massimo di 2,2 kg ed almeno a mare calmo, ritengo sia un pesce estremamente sospettoso, che prima di ingoiare assaggia l'esca con prudenza.
Nella maggior parte dei casi utilizzo due canne, una con 0,17 - 0,18 (dreaming morbidissima), l'altra più rigida con 0,24, sarà un caso ma abbocca sempre sullo 0,17, purtroppo quando ho usato lo 0,18 sulla canna rigida ho spezzato.
Concludendo, certo se ne prendo una di 4 kg col cavolo che la spiaggio, ma soprattutto a mare calmo non credo sia un pesce (come la spigola) che non fa caso a diametri della lenza e grandezza dell'amo.
vincenzo86
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 112
Iscritto il: 26/03/2012, 15:05

Re: lenze e terminali per orate

Messaggioda clauser » 09/08/2017, 13:03

A mie spese Vincenzo ho appurato che ci sono due categorie di pescatori: Quella che usa canne molto dure, meglio se ripartite da lancio perché se non fanno quel metro, metro e mezzo in più pare non peschino, e impiegano lenze di conseguenza molto grosse perché la canna non ammortizza nulla e basta una mormora decente sullo scalino a metterli in crisi.

Quindi sono d'accordo per lenze e terminali sottili, io per vedere qualche orata grossa debbo andare in Croazia e in ogni caso quando è tanto superano di poco i due chili, canne Terranova da 170 gr e Penn-O-Tek con cimino da 160, rotanti caricati con lo 0,35 minitrave in acciaio e terminale anche da 2,50 m dello 0,24 e nonostane il fondale più ghiaioso e pietroso che sabbioso mai persa una. Sull'amo invece vado più sul pesante, minimo un beack del 4 le poche volte che innesco granchi, il più usato è quello del 2 ma se ho un bel pezzo di rimini anche un due zeri và benissimo. Certo, nello tua zona abbondando l'arenicola trovi più congeniale impiegare ami piccini ma da queste parti uno di quei filini anoressici rischi di pagarli quasi due euro, visto che una scatola mediamente costa 8 € e ne contiene solo cinque . . . molto meglio innescare cozze, cannolicchi e rimini con qualche variante con il filetto di sarda casomai passasse qualche spigola affamata.
.
Sergio

Immagine Immagine__________________
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Albert Einstein
Avatar utente
clauser
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 6227
Iscritto il: 18/04/2010, 13:23
Località: Pordenone

Precedente

Torna a Terminali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Privacy Policy Cookie