Surfcasting Online Forum • Leggi argomento - Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora
Switch to full style
Un mondo misterioso
Regole del forum
Rispondi al messaggio

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 11:23

americani e bibi e i problemi son risolti....
Io innesco anche arenicola e spesso e volentieri su ami del 4, però quoto Riccardo quando afferma che l'esca si presenta in maniera poco naturale....

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 11:35

Ma certo Piero, e basta aver cominciato a pescare l'altro ieri per convenirne.
Ma quello che c'è tra le righe è la scuola di pensiero che l'amo piccolo cattura anche il pesce grosso indicando misure improponibili per uno scer. Eticamente a me ed ad altri la cosa non sta bene ed ecco i distinguo affinché la faccenda rimanga nei limiti della sportività e non scada nello scempio che purtroppo conosciamo. :wink:

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 14:56

clauser ha scritto:Ma quello che c'è tra le righe è la scuola di pensiero che l'amo piccolo cattura anche il pesce grosso indicando misure improponibili per uno scer. Eticamente a me ed ad altri la cosa non sta bene ed ecco i distinguo affinché la faccenda rimanga nei limiti della sportività e non scada nello scempio che purtroppo conosciamo. :wink:



Secondo me Sergio il problema invece è che vuoi far passare il concetto che innescando un filo di arenicola su di un amo relativamente grosso fai selezione di taglia e non è vero e questo lo sappiamo tutti.
La sola cosa che ottieni è un'esca mal presentata che tra l'altro non convincerà i pesci piú grossi e smaliziati.
Date retta a chi ha iniziato a pescare da ieri se volete fare selezione e io invito a farlo usate altre esche, l'arenicola lasciatela proprio perdere. Se poi innescarla su un amo del 2 e terminale del 35 vi mette a posto la coscienza e credete di essere in pesca fate voi.....io continuo a guardare i miei cimini fermi con granchi e cozze dall'altro capo del filo....

Comunque quando capita i pesci grossi (con i dovuti limiti) si portano a riva anche con gli ami relativamente piccoli.....basta essere capaci e avere un sistema pescante (che parte dal cervello, passa dalla spalla e arriva all'amo) proporzionato! Consiglierei di cercare pesci dj taglia con ami piccoli?! Ovviamente no!!! Ma no menzionerei nemmeno l'arenicola!!!!

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 15:40

Premetto che l'arenicola l'ho usata solamente una volta nella mia vita ed era veramente sottile...

Io concordo con Riccardo, ma solo perchè l'arenicola è un esca troppo costosa...trovandola a prezzi ragionevoli ci penserei io a fare un salsicciotto (alla Pierino) di arenicola...ed il modo di attorcigliarla intorno all'amo lo troverei...
...ma...
...allo stato attuale delle cose se la si vuole usare secondo me bisogna per forza di cose impiegare ami adatti...non ci sono vie di mezzo...ad ogni esca il suo amo...i beack sono grossi e per l'arenicola "convenzionale" secondo me non vanno bene...

Per quello che ti vendono e per il costo che ha, parlare di arenicola e di selezione della taglia è secondo me un controsenso...

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 17:48

Riccardo1984 ha scritto:...... Secondo me Sergio il problema invece è che vuoi far passare il concetto che innescando un filo di arenicola su di un amo relativamente grosso fai selezione di taglia e non è vero e questo lo sappiamo tutti.


Ma guarda che io non ho mai sognato una simile troiata. E trovo indegno che cerchi di farla passare per mia.
Ho solo detto che l'arenicola può essere calzata su un Aberdeen del 4; che certamente non impiegherei un beak del 6 e quindi tantomeno uno più grosso per calzarli con l'arenicola; che se vuoi impiegare ami più grossi è necessario ripiegare sul mazzetto di vermi legato, argomento ripreso da più parti.
Mi pare anche d'aver anche detto che impiego molto raramente questa esca, potrei rileggermi il thread ma faccio prima a riscriverlo, e per raramente intendo un paio di volte o tre negli ultimi dieci anni. Considero inoltre con tristezza chi impiega ami piccini perché esulano proprio dalla nostra filosofia di pesca. Sicuramente non te ne può fregare meno ma le orate le insidio con cozza, cannolicchio, e più raramente col bibi o col rimini. Col granchio non ci ho mai preso nulla, con tutta evidenza ci sono negato.

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 19:35

Io vedo che alcuni di voi si stanno "intoppando".
Che le orate si peschino proficuamente con cozze, bibi, granchi, rimini, fasolare, cardium, oloturie (e mettiamoci anche il pane, tanto per rendere ancora un po' d'onore a Gaetano....) è verissimo.
Però è altrettanto vero che gradiscono moltissimo l'arenicola.
Ora, voglio cercare di spiegare meglio un concetto, perché mi sembra proprio che alcuni non l'abbiano capito (o non vogliano farlo).
Partiamo dal principio di voler pescare con l'arenicola su una spiaggia pascolata da mormore ed orate perché non vogliamo precluderci la possibilità di allamare entrambe le specie (questo è l'argomento in topic) od anche perché dobbiamo lanciare a lunghissima distanza e quindi dobbiamo usare inneschi di dimensioni contenute (Caramon docet...).
Innescheremo l'arenicola (e quella commercializzata è quasi sempre molto esile) calzandola con l'ago e quindi dovremo ridurre la sezione ed il peso dell'amo.
Sarà giocoforza utilizzare ami con microanello od a paletta (sfido chiunque a calzare un'arenicola sull'occhiello di un beack senza scoppiarla) e di dimensioni e peso contenuto per appesantire troppo quell'esile anellide (o addirittura solo una parte).
Qual'è l'amo con tali caratteristiche?
Od un 314 BB ovvero un Tanago oppure un Aberdeen.
Però, Tanago e 314, essendo di foggia similbeack, favoriscono l'aggancio sulla bocca e quindi hanno maggiore probabilità di capitare tra le placche ossee, con conseguente rischio di fare una brutta fine.
L'Aberdeen (come pure il Limerick e l'O'Shaugnessy, ma quest'ultimo è troppo pesante e massiccio) è un amo di foggia studiata per essere ingoiato e quindi riduce molto il rischio di capitare tra i molari dell'orata.
Quindi, una volta stabilita la foggia dell'amo, resta da deciderne la misura.
A questo punto credo che, considerando le dimensioni medie di un capo d'arenicola, la misura più idonea sia compresa tra il 4 ed il 6.
Non mi sembra molto complicato da capire.

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 19:54

[quote="clausermhhhmhh Sergio.......perchè un aberdeen del 6 si e un beak del 6 no??? :?



Nicola, il beak è un amo che è stato studiato per piantarsi nell'apparato boccale/labro e funziona.
Impiegarne uno del 6 significa far strage di oratine da 50 gr, con conseguente anatema Otelmiano.
In ogni caso essendo così piccino viene ingoiato. Quindi meglio impiegare l'aberdeen con il quale l'arenicola si innesca più facilmente anche perché è più sottile. :wink:[/quote]

Se ho interpretato male ti chiedo scusa

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 20:32

BigMau ha scritto:Io vedo che alcuni di voi si stanno "intoppando".
Che le orate si peschino proficuamente con cozze, bibi, granchi, rimini, fasolare, cardium, oloturie (e mettiamoci anche il pane, tanto per rendere ancora un po' d'onore a Gaetano....) è verissimo.
Però è altrettanto vero che gradiscono moltissimo l'arenicola.
Ora, voglio cercare di spiegare meglio un concetto, perché mi sembra proprio che alcuni non l'abbiano capito (o non vogliano farlo).
Partiamo dal principio di voler pescare con l'arenicola su una spiaggia pascolata da mormore ed orate perché non vogliamo precluderci la possibilità di allamare entrambe le specie (questo è l'argomento in topic) od anche perché dobbiamo lanciare a lunghissima distanza e quindi dobbiamo usare inneschi di dimensioni contenute (Caramon docet...).
Innescheremo l'arenicola (e quella commercializzata è quasi sempre molto esile) calzandola con l'ago e quindi dovremo ridurre la sezione ed il peso dell'amo.
Sarà giocoforza utilizzare ami con microanello od a paletta (sfido chiunque a calzare un'arenicola sull'occhiello di un beack senza scoppiarla) e di dimensioni e peso contenuto per appesantire troppo quell'esile anellide (o addirittura solo una parte).
Qual'è l'amo con tali caratteristiche?
Od un 314 BB ovvero un Tanago oppure un Aberdeen.
Però, Tanago e 314, essendo di foggia similbeack, favoriscono l'aggancio sulla bocca e quindi hanno maggiore probabilità di capitare tra le placche ossee, con conseguente rischio di fare una brutta fine.
L'Aberdeen (come pure il Limerick e l'O'Shaugnessy, ma quest'ultimo è troppo pesante e massiccio) è un amo di foggia studiata per essere ingoiato e quindi riduce molto il rischio di capitare tra i molari dell'orata.
Quindi, una volta stabilita la foggia dell'amo, resta da deciderne la misura.
A questo punto credo che, considerando le dimensioni medie di un capo d'arenicola, la misura più idonea sia compresa tra il 4 ed il 6.
Non mi sembra molto complicato da capire.


Sarà che non capisco.....ma detto che il filo d arenicola non è un'esca selettiva, che la minutaglia ingoia anche un Aberdeen del 4.....perché mi dovrei fare problemi a innescarela su un amo n8 a paletta?
Il controsenso è parlare di filo di arenicola e selettività. Ovviamente è solo una opinione

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

04/03/2015, 22:01

BigMau ha scritto:Io vedo che alcuni di voi si stanno "intoppando".
Che le orate si peschino proficuamente con cozze, bibi, granchi, rimini, fasolare, cardium, oloturie (e mettiamoci anche il pane, tanto per rendere ancora un po' d'onore a Gaetano....) è verissimo.
Però è altrettanto vero che gradiscono moltissimo l'arenicola.
Ora, voglio cercare di spiegare meglio un concetto, perché mi sembra proprio che alcuni non l'abbiano capito (o non vogliano farlo).
Partiamo dal principio di voler pescare con l'arenicola su una spiaggia pascolata da mormore ed orate perché non vogliamo precluderci la possibilità di allamare entrambe le specie (questo è l'argomento in topic) od anche perché dobbiamo lanciare a lunghissima distanza e quindi dobbiamo usare inneschi di dimensioni contenute (Caramon docet...).
Innescheremo l'arenicola (e quella commercializzata è quasi sempre molto esile) calzandola con l'ago e quindi dovremo ridurre la sezione ed il peso dell'amo.
Sarà giocoforza utilizzare ami con microanello od a paletta (sfido chiunque a calzare un'arenicola sull'occhiello di un beack senza scoppiarla) e di dimensioni e peso contenuto per appesantire troppo quell'esile anellide (o addirittura solo una parte).
Qual'è l'amo con tali caratteristiche?
Od un 314 BB ovvero un Tanago oppure un Aberdeen.
Però, Tanago e 314, essendo di foggia similbeack, favoriscono l'aggancio sulla bocca e quindi hanno maggiore probabilità di capitare tra le placche ossee, con conseguente rischio di fare una brutta fine.
L'Aberdeen (come pure il Limerick e l'O'Shaugnessy, ma quest'ultimo è troppo pesante e massiccio) è un amo di foggia studiata per essere ingoiato e quindi riduce molto il rischio di capitare tra i molari dell'orata.
Quindi, una volta stabilita la foggia dell'amo, resta da deciderne la misura.
A questo punto credo che, considerando le dimensioni medie di un capo d'arenicola, la misura più idonea sia compresa tra il 4 ed il 6.
Non mi sembra molto complicato da capire.

non me ne vogliano gli altri utenti ma hai centrato appieno la questione e fatto chiarezza su alcuni punti a me ancora poco noti. pollice in su :mrgreen:

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

05/03/2015, 16:00

Il controsenso è parlare di filo di arenicola e selettività.

Riccà, non è proprio così .......................
il concetto espresso da Sergio da Maurizio e dal sottoscritto (mi scusino se non ho inteso bene) è differente.

Il pensiero è che si può provare a fare selezione con l'arenicola, avendone a disposizione un tale quantitativo da poterla innescare su ami zerati,
questo è ciò che ho inteso e su cui concordo.

differente è il ragionamento relativo al tiopo di amo che meglio si presta all'innesco "ordinario" di un capo di arenicola acquistato (di solito di spessore capillare), discorso in relazione al quale ho evidenziato ( amio avviso) l'inutilità, ma perchè ritengo inutile pescare con arenicola in quel modo, riconoscendo al contempo che se trovassi il posto dove spalarla ed il tempo per spalarla in quantità industriale , la utilizzerei anche sul 4/0 col cavetto d'acciao per la ricerca del serra, foss'anche per farcire il trancio a mo di "'ngummeriello"
:twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

05/03/2015, 17:38

Riccardo1984 ha scritto:
BigMau ha scritto:Io vedo che alcuni di voi si stanno "intoppando".
Che le orate si peschino proficuamente con cozze, bibi, granchi, rimini, fasolare, cardium, oloturie (e mettiamoci anche il pane, tanto per rendere ancora un po' d'onore a Gaetano....) è verissimo.
Però è altrettanto vero che gradiscono moltissimo l'arenicola.
Ora, voglio cercare di spiegare meglio un concetto, perché mi sembra proprio che alcuni non l'abbiano capito (o non vogliano farlo).
Partiamo dal principio di voler pescare con l'arenicola su una spiaggia pascolata da mormore ed orate perché non vogliamo precluderci la possibilità di allamare entrambe le specie (questo è l'argomento in topic) od anche perché dobbiamo lanciare a lunghissima distanza e quindi dobbiamo usare inneschi di dimensioni contenute (Caramon docet...).
Innescheremo l'arenicola (e quella commercializzata è quasi sempre molto esile) calzandola con l'ago e quindi dovremo ridurre la sezione ed il peso dell'amo.
Sarà giocoforza utilizzare ami con microanello od a paletta (sfido chiunque a calzare un'arenicola sull'occhiello di un beack senza scoppiarla) e di dimensioni e peso contenuto per appesantire troppo quell'esile anellide (o addirittura solo una parte).
Qual'è l'amo con tali caratteristiche?
Od un 314 BB ovvero un Tanago oppure un Aberdeen.
Però, Tanago e 314, essendo di foggia similbeack, favoriscono l'aggancio sulla bocca e quindi hanno maggiore probabilità di capitare tra le placche ossee, con conseguente rischio di fare una brutta fine.
L'Aberdeen (come pure il Limerick e l'O'Shaugnessy, ma quest'ultimo è troppo pesante e massiccio) è un amo di foggia studiata per essere ingoiato e quindi riduce molto il rischio di capitare tra i molari dell'orata.
Quindi, una volta stabilita la foggia dell'amo, resta da deciderne la misura.
A questo punto credo che, considerando le dimensioni medie di un capo d'arenicola, la misura più idonea sia compresa tra il 4 ed il 6.
Non mi sembra molto complicato da capire.


Sarà che non capisco.....ma detto che il filo d arenicola non è un'esca selettiva, che la minutaglia ingoia anche un Aberdeen del 4.....perché mi dovrei fare problemi a innescarela su un amo n8 a paletta?
Il controsenso è parlare di filo di arenicola e selettività. Ovviamente è solo una opinione

Riccardo, lasciamo perdere in questo topic la selettività, perché volendo fare selezione, l'arenicola non dovrebbe essere usata, a meno di innescarla a grossi "malloppi" su ami dal 2 a 0/2.
Invece, per quanto attiene la misura dell'amo, credo che un 8 sia troppo piccolo, sproporzionato ad un capo intero d'arenicola.

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

01/05/2015, 8:12

Secondo me, se un amo beack del 6 si pianta nella placca ossea dell'orata, si corre il rischio di perderla perché essendo un amo dal gambo corto la lenza può rimanere dentro la bocca e quindi a tiro di denti. Un beack del 4 secondo me da più garanzie e non solo in fatto di robustezza, anche per questo non uso ami a paletta in modo da poter fare il nodo sull'occhiello, a vantaggio degli inneschi che scivolano meglio sull'amo, naturalmente mi rendo conto che un amo del genere faccia poi selezione sulle mormore

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

01/05/2015, 14:10

Mr pit74 ha scritto:Secondo me, se un amo beack del 6 si pianta nella placca ossea dell'orata, si corre il rischio di perderla perché essendo un amo dal gambo corto la lenza può rimanere dentro la bocca e quindi a tiro di denti. Un beack del 4 secondo me da più garanzie e non solo in fatto di robustezza, anche per questo non uso ami a paletta in modo da poter fare il nodo sull'occhiello, a vantaggio degli inneschi che scivolano meglio sull'amo, naturalmente mi rendo conto che un amo del genere faccia poi selezione sulle mormore

...con un nodo sull'occhiello...dubito che gli inneschi scivolino meglio sull'amo...a meno di non usare fili sottili...

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

01/05/2015, 15:56

Sull'occhiello eseguo lo stesso nodo che uso fare sulle girelle, il vantaggio nel mio specifico caso, sta nel fatto che l'esca scivoli meglio sull'occhiello perché più liscio e rivolto nello stesso verso del verme, che sulle spire del nodo fatto sul gambo. Il diametro del filo 0,20 su ami del 6 e 0,25 su ami del 4 per la mormora
0,25 su ami del 4 e 0,35 su ami dal 4 al 2 per l'orata. Da quando mi fu consigliato di fare così devo ammettere che mi sono trovato subito bene specie nell'innesco dell'arenicola quando pesco a mormore

Re: Consigli e suggerimenti - amo per orata/mormora

01/05/2015, 16:12

Mr pit74 ha scritto:Sull'occhiello eseguo lo stesso nodo che uso fare sulle girelle

Quale è?Se si trattasse del clinch, dubito fortemente che agevoli lo scorrimento dell'esca.
Sono invece consigliabili l'Uni e, soprattutto, il Palomar.
Rispondi al messaggio
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Privacy Policy Cookie