Surfcasting Online Forum • Leggi argomento - La fase montante

Surfcasting Online Forum


La fase montante

Sezione dedicata agli aspetti propri della disciplina, quali lo studio delle spiagge, le correnti, la meteorologia

Moderatori: Adminsurf, silversurfer, NonnoRito, BigMau, bass

La fase montante

Messaggioda bass » 10/02/2010, 21:48

Si è parlato spesso della fase montante della mareggiata come di un momento molto proficuo. Sicuramente difficile da affrontare per la necessità di calcolare bene i tempi in cui trovarsi in spiaggia. Un pò come, all'opposto, avviene per la scaduta: se si perdono quelle poche ore buone, per cattiva interpretazione delle previsioni meteo o per inattendibilità delle stesse, siamo fottuti.
Qui non siamo ancora in presenza di moto ondoso e frangenze importanti, il fondo non è ancora ben aperto eppure i predatori ci sono.
Ho letto due teorie in proposito:
1. i predatori avvertono l'arrivo della mareggiata ed il loro istinto naturale li porta ad accostare, con la consapevolezza di trovare piccoli pesci disorientati che si attardano a prendere il largo;
2. le correnti che già si produrrebbero in questa prima fase della mareggiata sarebbero sufficienti a smuovere lo strato superficiale della coltre sabbiosa, disseppellendo il pabulum - o parte di esso - con la creazione di un principio di impianto tale da attivare la catena alimentare.
Io credo che ci sia del vero in entrambe le teorie, qual'è la vostra opinione al riguardo? E come preparate nei dettagli un'uscita in fase di levàta?
"Chi tene 'o mare s'accorge 'e tutto chello che succede..." (cit. Pino Daniele)
Avatar utente
bass
Moderatore locale
Moderatore locale
 
Messaggi: 3360
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Aprilia

Messaggioda freshfish » 10/02/2010, 23:14

per quanto mi riguarda sono in parte d'accordo sul primo punto (vedi perchè nella risposta sotto), spesso le spigole entrano in caccia all'inizio della mareggiata

il secondo punto non sempre è vero, anzi, mi è capitato che il fondo non si aprisse in questa fase (pertanto improduttiva per i grufolatori e, di conseguenza, dei predatori che andrebbero a caccia degli stessi)
Avatar utente
freshfish
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 914
Iscritto il: 07/12/2008, 1:00

Messaggioda antloz » 10/02/2010, 23:25

freshfish ha scritto:....
il secondo punto non sempre è vero, anzi, mi è capitato che il fondo non si aprisse in questa fase (pertanto improduttiva per i grufolatori e, di conseguenza, dei predatori che andrebbero a caccia degli stessi)

ho fatto di recente un'esperienza simile, il fondo pur in fase montante avanzata era completamente chiuso, però il mio compagno ha allamato una bella spigola da un kilo e mezzo con l'americano.
sarebbe interessante sapere altre vostre esperienze di catture in questa fase :wink:
Antonello

Il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare. (Jorge Luis Borges)
Avatar utente
antloz
Moderatore locale
Moderatore locale
 
Messaggi: 1590
Iscritto il: 19/03/2009, 1:00
Località: Sardegna - Medio Campidano - Sanluri

Messaggioda defa60 » 11/02/2010, 8:35

A me questa estate è capitata una cosa strana. Ero sulla spiaggia e, insieme ad un amico, abbiamo iniziato a scoperchiare il fondo per far uscire le telline ed usarle per una spaghettata. La mattina fino alle 13 il fondo era abbastanza morbido e, usando come strumento delle pinne da sub, abbiamo fatto una chilata di telline. All'improvviso però, scoperchiando scoperchiando, non usciva quasi più nulla. Da lì a poche ore (verso le 4) il mare si è cominciato a muovere e la notte c'è stata una bella mareggiata.
Questo episodio mi ha portato a pensare che tutto il sistema legato alla catena alimentare, senta in anticipo l' avvicinarsi di una mareggiata.
Avatar utente
defa60
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3866
Iscritto il: 15/09/2007, 1:00
Località: roma

Messaggioda Caramon » 11/02/2010, 13:18

Per quanto riguarda le telline, come tutti gli organismi che vivono il fondo sabbioso, (cannolicchi ed arenicola in primis) posso dire con modesta esperienza, che sentono molto le correnti e si insabbiano molto all'aumentare di esse (accade anche in fase di marea montante), quindi credo che sia tutto legato all'intensità delle correnti...
sicuramente prima di una mareggiata, le correnti aumenteranno di intensità, e sappiamo benissimo quanto i predatori, in primis la spigola sia sensibile ai movimenti di correnti, non a caso si cerca soprattutto nella fase montante fino a tutt acmw di alta marea, fase durante la quale le correnti sono più forti...
Detto questo credo di poter confermare la prima ipotesi di Guido..
La seconda credo invece sia poco plausibile...
Avatar utente
Caramon
Moderatore locale
Moderatore locale
 
Messaggi: 1824
Iscritto il: 28/04/2009, 1:00
Località: Anzio-Nettuno

Messaggioda feffo » 11/02/2010, 13:33

anche io nel mio piccolo ho avuto esperienze simili.. ergo ad inizio mareggiata branzino e nella fase costante (onde serie ) qualche orata e diverse mormore...

trovo quindi che la prima ipotesi di guido sia quella piu attendibile, anche se credo che comunqe ogni spiaggia, ragisca in modo differente sia alle correnti che alle varie fasi della mareggiata
Avatar utente
feffo
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 1262
Iscritto il: 28/06/2007, 1:00
Località: sanluri (VS)(CA)

Messaggioda lallopasquini » 11/02/2010, 13:35

quoto al 100% freshfish :wink:
lallopasquini
 

Messaggioda platamona67 » 11/02/2010, 14:51

feffo ha scritto: credo che comunqe ogni spiaggia, ragisca in modo differente sia alle correnti che alle varie fasi della mareggiata



Sul punto uno siamo tutti più o meno d'accordo.
Sul punto 2 quoto Stefano,perchè ho notato che,contrariamente al pensiero comune, in fase montante ho trovato il fondo aperto dove la granulometria era più grossa. Non parlo di spiagge ciottolose,ma di quelle che hanno una sabbia leggermente grossolana rispetto alle spiagge basse a sabbia fine. Credo che questa crei un fondo più compatto e almeno nelle prime fasi,più duro da smuovere.
Avatar utente
platamona67
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3785
Iscritto il: 11/02/2009, 1:00
Località: Jordi de Sassaro

Messaggioda marva » 12/02/2010, 0:50

platamona67 ha scritto:
feffo ha scritto: credo che comunqe ogni spiaggia, ragisca in modo differente sia alle correnti che alle varie fasi della mareggiata



Sul punto uno siamo tutti più o meno d'accordo.
Sul punto 2 quoto Stefano,perchè ho notato che,contrariamente al pensiero comune, in fase montante ho trovato il fondo aperto dove la granulometria era più grossa. Non parlo di spiagge ciottolose,ma di quelle che hanno una sabbia leggermente grossolana rispetto alle spiagge basse a sabbia fine. Credo che questa crei un fondo più compatto e almeno nelle prime fasi,più duro da smuovere.


Sacrosanta verità.
Avatar utente
marva
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3731
Iscritto il: 25/05/2008, 1:00
Località: Quartu Sant Elena,Cagliari

Messaggioda berry » 12/02/2010, 15:49

Buona parte delle uscite a surf le faccio su dei tratti di spiaggia ben definiti. Ho iniziato a raccogliere i primi dati senza pregiudizi o tenendo conto di teorie maturate su arenili appartenenti ad altre realtà con risultati talvolta concordanti con le teorie più consolidate altre volte un po’ meno :lol:
Anche su arenili con granulometria fine trovo la fase montante proficua. Per una volta lascerei da parte i riferimenti che posso avere dalla consistenza del fondo in quanto in determinate condizioni possono essere poco determinanti. In genere tengo conto dei venti che danno i migliori risultati in una precisa zona e quindi cerco di anticipare il loro arrivo trovandomi in spiaggia quando il mare è ancora ai limiti della paf. Non sono in grado di analizzare correttamente le ragioni che spingono il pesce ad avvicinarsi a riva in queste situazioni, ma posso solo fare delle ipotesi. Il fondo è ancora compatto quindi il pesce sicuramente sarà attratto da una catena alimentare messa in moto dall’operazione di scavo che riguarda solo gli strati superficiale del fondo marino. Infatti non credo che le spigole in questa fase vadano dietro alla minutaglia ma forse di più dietro ad altro. Nelle spigole che ho preso in questi momenti ho trovato sempre tanti crostacei e raramente qualche pescetto. Mentre, in quelle che amici pescatori catturano a mare calmo con la bolognese, mi dicono di trovare in prevalenza piccoli pesci e meno crostacei. Da questo deduco che è vero che la prima fase della mareggiata non avrà la forza di disseppellire molti dei molluschi presenti nei nostri mari ma magari sarà sufficiente a mettere in difficoltà altri organismi che rientrano comunque nelle loro abitudini alimentari.
Per quanto riguarda la preparazione della battuta penso che a seconda delle fasi della mareggiata il pesce generalmente si muove su punti differenti. Oltre a individuarli bisogna anche capire se noi siamo in grado di adattarci e piegarci ad alcune situazioni.
Per il resto mi affido completamente ai bollettini meteo che rimangono sicuramente imprecisi ma, forse, sono l’unico strumento a mia disposizione su cui far affidamento. Il meteo fai da tè non fa per me!!!!
"Qualche volta il miglior sashimi sta in un guadino vuoto"
Avatar utente
berry
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 1106
Iscritto il: 14/07/2008, 1:00
Località: teramo

Messaggioda marco56 » 12/02/2010, 18:37

platamona67 ha scritto:

ho trovato il fondo aperto dove la granulometria era più grossa. Non parlo di spiagge ciottolose,ma di quelle che hanno una sabbia leggermente grossolana rispetto alle spiagge basse a sabbia fine. Credo che questa crei un fondo più compatto e almeno nelle prime fasi,più duro da smuovere.


Credo che questo sia vero sempre un fondale con granulometria "borotalco" è sempre più duro di un fondale con sabbia leggermente grossolana, io come piombo uso quasi sempre la sfera e con questo tipo di piombo si legge molto bene il fondale durante il recupero e su piaggie con sabbia sottile ho sentito spesso il fondo chiuso anche a mareggiata già formata
Avatar utente
marco56
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 17/11/2006, 1:00
Località: Budrio Bo

Messaggioda surfcasterman » 13/02/2010, 1:27

freshfish ha scritto:per quanto mi riguarda sono in parte d'accordo sul primo punto (vedi perchè nella risposta sotto), spesso le spigole entrano in caccia all'inizio della mareggiata

il secondo punto non sempre è vero, anzi, mi è capitato che il fondo non si aprisse in questa fase (pertanto improduttiva per i grufolatori e, di conseguenza, dei predatori che andrebbero a caccia degli stessi)
quoto .... anche io ho le stese impressioni...
Pierdomenico S.

[size=150]
ScRariquoto bigmau[/size]
surfcasterman
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 833
Iscritto il: 31/10/2008, 1:00
Località: presepe beach (BR)

Messaggioda surfcasterman » 13/02/2010, 1:38

defa60 ha scritto:A me questa estate è capitata una cosa strana. Ero sulla spiaggia e, insieme ad un amico, abbiamo iniziato a scoperchiare il fondo per far uscire le telline ed usarle per una spaghettata. La mattina fino alle 13 il fondo era abbastanza morbido e, usando come strumento delle pinne da sub, abbiamo fatto una chilata di telline. All'improvviso però, scoperchiando scoperchiando, non usciva quasi più nulla. Da lì a poche ore (verso le 4) il mare si è cominciato a muovere e la notte c'è stata una bella mareggiata.
[b]Questo episodio mi ha portato a pensare che tutto il sistema legato alla catena alimentare, senta in anticipo l' avvicinarsi di una mareggiata. /[b]
quoto.... io ho avuto un esperienza del genere settembre scorso.. ma non scoperchiando telline... ma scoperchiando arenicola... non ne trovai... poco dopo infatti, vento e pioggia... quel sabato nonostante avessi esca della pescata precedente non andai a pesca per via della pioggia. un amico invece pescò ombrine...ho rosicato...perchè dopo un giovedi e un venerdi da mormorette un sabato da ombrine ci voleva... :cry:
Pierdomenico S.

[size=150]
ScRariquoto bigmau[/size]
surfcasterman
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 833
Iscritto il: 31/10/2008, 1:00
Località: presepe beach (BR)

Messaggioda BigMau » 13/02/2010, 22:38

Ho delle splendide esperienze di montate di mare nel corso delle quali ho preso di tutto, non solo predatori, ma anche mormore, saraghi, ombrine.
Credo fermamente che la levata sia un momento valido per più di un fattore.
1) Forse il calo barico, anche se, quando si verifica la levata da SE, almeno sulle "mie" spiagge", il calo barico si è verificato già da diverse ore.
2) La corrente, spesso laterale di buona intensità, che oltre a scavare, veicola le sospensioni.
Sono sicuro che la corrente scavi: il fondo è morbido e poi, come non potrebbe scavare un torrente impetuoso?
3) Attribuisco grande importanza al fatto che i pesci vogliano trovarsi già a tavola per essere pronti a rimpinzarsi quando questa sarà imbandita.

Ma, per essere proficua, una fase montante, deve essere rapida e discretamente energica.
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19389
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Re: La fase montante

Messaggioda TheSurfKid » 29/07/2012, 20:18

Riprendo un topic due anni e mezzo fa, ma che mi sono appena trovato a leggere.
Bass, nel punto 1 ha scritto " i predatori avvertono l'arrivo della mareggiata ed il loro istinto naturale li porta ad accostare, con la consapevolezza di trovare piccoli pesci disorientati che si attardano a prendere il largo".
Secondo me, questa teoria entra un po in contrasto con quella famosissima che dice che i pesci per accedere ad un settore come un canalone ,ad esempio, hanno bisogno di una finestra. La mancanza di tale finestra determinerebbe la sterilità del dato settore. Ma se la teoria di Bass fosse esatta, allora, anche in mancanza di tale finestra, i predatori possono sempre esserci, in quanto possono essersi recati nel settore non appena hanno avvertito il crollo barico! A mio parere sono due teorie che cozzano un po tra loro..voi che dite?
Giuseppe

ATTREZZATURA CORRENTE
Canne:
1 x Shimano Aspire Ax TE Surf 200
1 x Italcanna Hexagon 200gr
1 x Trabucco Solaris Super Iso 100gr

Mulinelli:
2 x Shimano Ultegra XSA 10000
1 x Sarfix Daytona 5000
TheSurfKid
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 53
Iscritto il: 09/10/2011, 22:09
Località: Milazzo

Prossimo

Torna a SC: Filosofia - Aspetti - Strategie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Privacy Policy Cookie
cron