Surfcasting Online Forum


Il fondo nel SC

Sezione dedicata agli aspetti propri della disciplina, quali lo studio delle spiagge, le correnti, la meteorologia

Moderatori: Adminsurf, BigMau, silversurfer, NonnoRito, bass

Il fondo nel SC

Messaggioda lucante » 30/06/2008, 16:27

Apro un topic che, se non ho letto male, non è stato ancora trattato nello specifico ma solo in considerazioni di report o di hot spots....

il FONDO a Surf e a PAF...

Tipi di fondo....
Fondo aperto e chiuso (quando e perché)
Come sondare il fondo

Penso che la corretta interpretazione dell'evoluzione del fondo sia una basi sulle quali si regge il SurfCasting e francamente io sono abbastanza poco propenso a considerarlo importante quando vado a pesca.....cosa a mio modo di vedere sbagliatissima. Quanti di noi non sondano il fondo prima di una battuta di Surf o di PAF? Penso molti....e io pre primo, tutto preso dall'organizzazione della postazione e dalla smania di mettere in pesca le canne... :roll:

Se l'argomento è già stato trattato vi prego di cancellare il mio topic.. :lol:
"...ar cavaliere nero nun je devi cacà ercazzo..."
Avatar utente
lucante
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3215
Iscritto il: 25/10/2007, 1:00
Località: oristano

Messaggioda ScRa » 30/06/2008, 16:42

E lucante questo è un campo ampio e difficile per me elmeno.

Le spiaggie si dividono in tre tipi fondalmentalmente

Sabbia fine = spiaggia bassa
Sabbia media = spiaggia di media profondità
Ciottoli e pietre = spiaggia profonda

In granuolemtria

ipoteticamente dovremm cercare la spiaggia in base alle condizioni atmosfreice cioè se c'è il mare mosso ma nn troppo ci recheremo in una spiaggia bassa perchè il poco moto ondoso che c'è in una spiagia bassa crea cmq i possibili parametri da surf che nn verrebbero a crearsi in una spiaggia più profonda xchè il moto ondoso nn riuscirebbe a smuovere,
e così via se il mare si muove ben più energicamente la spiaggai bassa diventa inaffrontabile ( per lo meno per chi9 nn riesce a lanciare molto lontano visto che il frangente sarebbe molto lontano ) molto meglio una spiaggia più profonda che avrebbe il frangente a portata di canna ops di esca :D :D :D :D :D :D

Per la paf credo che invece sia molto diverso xchè in effetti si dovrebbero ricercare i pesci a grandi distanze e sopratutto credo si debba verificare che la spiaggia sia ricca di cibarie booooo aspettiamo gli altri va hihihihihi
Avatar utente
ScRa
Surfcaster
Surfcaster
 
Messaggi: 1602
Iscritto il: 16/10/2007, 1:00
Località: GoLfO DeGlI AnGeLi ... SaRdInIaN IsLaNd

Messaggioda crazyangler » 30/06/2008, 18:20

Per quanto riguarda il surfcasting è fondamentale.
Ma ricorda !
è un operazione che viene dopo l'individuazione visiva del punto.
Diversamente potresti sondare tutta la spiaggia a casaccio.

Ps : ti svelo una dritta !
dopo aver individuato un buon settore ,come un bel canalone parallelo ad esempio,
Lancia sui limiti dello stesso,un piombo sottodimensionato.
Solo se le condizioni sono quelle ideali però.
In poco tempo la corrente secondaria lo porterà in un punto di stallo.
Ecco,quel punto in seguito lo dovrai superare e sondare per bene. :wink:

Per la PAF(come la chiami tu) non sò darti indicazioni.

Saluti
Avatar utente
crazyangler
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 601
Iscritto il: 20/10/2007, 1:00

Messaggioda cristiano » 30/06/2008, 18:57

il fondo si apre (diventa morbido) solo in particolari condizioni,di solito coincidono con onda e corrente e bassa pressione.
di solito concide con un grosso e veloce accumulo sabbioso sia sottacqua che sulla battigia.
sicuramente camminando in riva al mare ti sarà capitato di notare che delle volte sprofondi(fondo aperto) e delle volte no(fondo chiuso )
in pesca il fondo aperto è ricercato per l'accumulo di cibo che si viene a creare.
per trovarlo io lancio un cono da 150 gr e recupero lenamente,dove senti il piombo appesantirsi c'è un fondo aperto o stai risalendo una buca o tutti e due, se il mare è mosso.
con il piatto è meglio cercare le buche ,che trovi con lo stesso sistema o a vista,dove l'acqua è più scura. :D
Granpescatore Lavinio longcasting team
cristiano
Moderatore locale
Moderatore locale
 
Messaggi: 2793
Iscritto il: 29/11/2007, 1:00
Località: anzio

Messaggioda primusuck » 30/06/2008, 22:13

Ho iniziato a sondare il fondo solo quest' anno a stagione ormai inoltrata.Prima non immaginavo neanche cosa fosse questa operazione.
Solitamente, dopo aver scelto il settore con l'occhio (come dice crazy), lancio un cono obbliquo da 125gr (o 150 in basa alla forza del mare) e recupero lentamente. Se il piombo mi saltella il fondo è duro e mi sposto, se avvonda al recupero è aperto. Per capire dove si forma il deposito (dove la corrente secondaria è bloccata dalla primaria), lancio senza esca un piombo sottodimenzionato e man mano che la corrente me lo risputa a riva, recupero col mulinello. Una volta individuato questo punto rilancio con un piombo giusto o sovraddimenzionato e se noto che la canna viene tirata dalla corrente come se dall' altra parte ci fosse un polpo allora il fondo è aperto.
Tieni presente che con l'evolversi della mareggiata le situazioni possono variare.
Ovviamente queste operazioni le effettuo quando posso dedicare alla battuta più di tre ore, altrimenti mi affido solo alla vista e mi limito solo a cercare di capire dove si potrebbe depositare il cibo. :lol:
Avatar utente
primusuck
Surfcaster professionista
Surfcaster professionista
 
Messaggi: 5965
Iscritto il: 26/01/2008, 1:00
Località: Maruggio (TA)

Messaggioda crazyangler » 30/06/2008, 23:19

primusuck ha scritto: Per capire dove si forma il deposito (dove la corrente secondaria è bloccata dalla primaria), lancio senza esca un piombo sottodimenzionato e man mano che la corrente me lo risputa a riva, recupero col mulinello.


Non ci siamo !
Se la corrente te lo risputa a riva, altro non è che il segnale di eccesso di primaria.
Nessun impianto.
Nessun serpentone.

Saluti
Avatar utente
crazyangler
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 601
Iscritto il: 20/10/2007, 1:00

Messaggioda BigMau » 01/07/2008, 7:37

crazyangler ha scritto:Per quanto riguarda il surfcasting è fondamentale.
Ma ricorda !
è un operazione che viene dopo l'individuazione visiva del punto.
Diversamente potresti sondare tutta la spiaggia a casaccio.

Ps : ti svelo una dritta !
dopo aver individuato un buon settore ,come un bel canalone parallelo ad esempio,
Lancia sui limiti dello stesso,un piombo sottodimensionato.
Solo se le condizioni sono quelle ideali però.
In poco tempo la corrente secondaria lo porterà in un punto di stallo.
Ecco,quel punto in seguito lo dovrai superare e sondare per bene. :wink:


:wink: :wink: :wink: :wink: :wink:
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19250
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Messaggioda BigMau » 01/07/2008, 7:42

primusuck ha scritto: Per capire dove si forma il deposito (dove la corrente secondaria è bloccata dalla primaria), lancio senza esca un piombo sottodimenzionato e man mano che la corrente me lo risputa a riva, recupero col mulinello. Una volta individuato questo punto rilancio con un piombo giusto o sovraddimenzionato e se noto che la canna viene tirata dalla corrente come se dall' altra parte ci fosse un polpo allora il fondo è aperto.

Non sono d'accordo. Se così fosse, potresti poggiare il piombo sotto dimensionato ai tuoi piedi ed attendere che la secondaria lo porti fino al suo punto d'incontro con la primaria... :roll:
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19250
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Messaggioda lucante » 01/07/2008, 7:51

Mi sembrano tutti ottimi suggerimenti....il guaio per molti di noi (almeno penso ed è quello che faccio o non faccio io) è proprio che il 90% delle volte non sondiamo il fondo come dovrebbe essere fatto, anzi non lo sondiamo per niente.
Se sbaglio correggetemi; mi sembra che il sondaggio sia fondamentale in condizioni di montata della mareggiata, scaduta ormai quasi alla fine e (IMO) anche in condiPAF visto che (penso) in piena mareggiata il fondo è sicuramente aperto.

X Cristiano: perché bassa pressione? :roll: ...influisce anche la pressione?

XTutti: quindi se la primaria è in eccesso che facciamo? Sovradimensioniamo il pimbo per stare in pesca o cambiamo spot, magari anche solo di qualche decina di metri? :D
"...ar cavaliere nero nun je devi cacà ercazzo..."
Avatar utente
lucante
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3215
Iscritto il: 25/10/2007, 1:00
Località: oristano

Messaggioda BigMau » 01/07/2008, 8:15

lucante ha scritto:Mi sembrano tutti ottimi suggerimenti....il guaio per molti di noi (almeno penso ed è quello che faccio o non faccio io) è proprio che il 90% delle volte non sondiamo il fondo come dovrebbe essere fatto, anzi non lo sondiamo per niente.
Se sbaglio correggetemi; mi sembra che il sondaggio sia fondamentale in condizioni di montata della mareggiata, scaduta ormai quasi alla fine e (IMO) anche in condiPAF visto che (penso) in piena mareggiata il fondo è sicuramente aperto.

X Cristiano: perché bassa pressione? :roll: ...influisce anche la pressione?

XTutti: quindi se la primaria è in eccesso che facciamo? Sovradimensioniamo il pimbo per stare in pesca o cambiamo spot, magari anche solo di qualche decina di metri? :D

Sondare il fondo SEMPRE.
In fase montante può darsi che il settore che di lì a poco sarà valido non abbia ancora il fondo aperto all'atto del nostro sondaggio. Qui entra in gioco l'esperienza e la conoscenza di quella determinata spiaggia.
In fase costante il fondo sarà sicuramente aperto, ma dove con esattezza?
Se la primaria è eccessiva, dipende dalla spiaggia e dall'andamento della mareggiata. Può accadere che nel punto in cui c'è un eccesso di primaria, calando l'intensità della mareggiata, si creino le condizioni per una secondaria efficace.
Rapportare sempre l'intensità della mareggiata alla profondità della spiaggia e tenere sotto controllo la frequenza delle onde.
Nelle fasi in cui le condizioni permangono costanti, una volta individuato il settore giusto, questo rimarrà tale.
E' più complicato capire quale sarà il settore maggiormente produttivo durante le fasi montanti o di scaduta, specie se di rapida evoluzione.
E' per questo che nelle fasi costanti sono preferibili i settori rettilinei, mentre nelle circostanze di montata o scaduta è preferibile posizionarsi in prossimità di settori più vari che, tra punte e canaloni, ci offrono maggiori possibilità di adeguamento al mutare delle condizioni.
E' meglio un ottimo pescatore con una pessima canna in mano che un'ottima canna in mano ad un pessimo pescatore
_________________________________________________________________________
Meno masturbazioni mentali e più pesca!
_________________________________________________________________________
Avatar utente
BigMau
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 19250
Iscritto il: 18/02/2007, 1:00
Località: Lazio - Ostia (RM)

Messaggioda MB2 » 01/07/2008, 8:19

Quoto con Luca, io infatti ho il viziaccio di appostarmi in un posto dove magari qualke giorno prima ho fatto qualke cattura, senza vedere nient'altro.
Onore a chi ha scritto la nostra storia......chi ama non dimentica!
Immagine
Avatar utente
MB2
Pescatore surfcasting
Pescatore surfcasting
 
Messaggi: 1017
Iscritto il: 08/04/2007, 1:00

Messaggioda lucante » 01/07/2008, 8:22

Big una domanda: come ti accorgi che la primaria è troppo superiore alla secondaria? Con il giochetto del piombo sottodimensionato o anche ad un esame visivo?
Inoltre vi chiedo: i tempi di apertura del fondo in fase montante sono stimabili? cioè si può fare una previsione in termini di ore sul momento in cui si potrà aprire il fondo o è troppo dipendente dal tipo di spiaggia?
"...ar cavaliere nero nun je devi cacà ercazzo..."
Avatar utente
lucante
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3215
Iscritto il: 25/10/2007, 1:00
Località: oristano

Messaggioda lucante » 01/07/2008, 8:26

MB2 ha scritto:Quoto con Luca, io infatti ho il viziaccio di appostarmi in un posto dove magari qualke giorno prima ho fatto qualke cattura, senza vedere nient'altro.


Si....purtroppo è un errore che faccio sempre o quasi...brutto da ammettere, ma spero di crescere sotto questo punto di vista. La fretta di scegliere il posto, la paura che arrivi qualcuno a fregartelo e, ripeto, la volgia matta di lanciare le canne in acqua... :D
"...ar cavaliere nero nun je devi cacà ercazzo..."
Avatar utente
lucante
Surfcaster avanzato
Surfcaster avanzato
 
Messaggi: 3215
Iscritto il: 25/10/2007, 1:00
Località: oristano

Messaggioda mig29 » 01/07/2008, 8:26

Confermo con prove recentissime la teoria del fondo morbido pesci, fondo duro sterile.

Proprio ieri sera ero in pesca, pessime condizioni, mare piatto, vento alle spalle, bassissima marea. Dopo un'oretta di attesa e vari lanci, riesco a spedire il piombo proprio su un pezzettino di fondo aperto, sento sprofondare il piombo posso mettere in trazione la canna quasi a 45 gradi, passano appena 2 minuti e tiro fuori una bella mormora da 490 gr.
Il problema che non sono piu riuscito a centrare lo stesso posto.
Enzo
Avatar utente
mig29
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 12/06/2008, 1:00
Località: marche

Messaggioda silversurfer » 01/07/2008, 8:35

Maurizio, la solita disamina chiara ed efficace.
Quello che mi accingevo a scrivere è che non è facile racchiudere in poche parole un'evoluzione di mareggiata che dura anche dei giorni... Sondare un fondo è cosa importante ma molto importante è la conoscenza di uno spot ed il suo interagire con la mareggiata che lo stà interessando.... può darsi che di lì a poco un fondo chiuso cominci ad aprirsi, e poi dove? E qui è importante la sensibilità del pescatore che comincia ad avvertire le sensazioni del fondo...
per lucante: solitamente una primaria predominante "sterile" visivamente ha una frequenza onda frangente molto alta.... brevi intervalli tra una e 'altra..
E' difficile stimare i tempi di apertura fondo poichè variano in base all'intensità della mareggiata e in base alla direzione di impatto sulla costa...tutto secondo me :lol: :lol:
Immagine
Avatar utente
silversurfer
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3607
Iscritto il: 07/03/2007, 1:00
Località: Castrum Viterbii

Prossimo

Torna a SC: Filosofia - Aspetti - Strategie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti