"Canna Shimano Nexave 1336"
PDF Stampa E-mail




a cura di Francesco "Platamona" De Martis

 

Una Rip da mare calmo. Tale è la Shimano Nexave 1336.

Le prime due cifre della sigla -13- indicano la lunghezza espressa in piedi (3,96 m. ), mentre le seconde due -36- il range di peso lanciabile, ovvero 3/6 once.(1 oncia = 28,345 g.).

Questa canna è un bell'attrezzo, la cui gestione non necessita di lanci supertecnici per caricarla a dovere, ma è sufficiente un buon side angolato per consentire alla canna di esprimersi con veemenza.

Ottima per apprendere le basi del ground, fornisce le migliori performances con zavorre da 150 g.

Alla prova con tale piombo ho sfiorato i 150 metri. Purtroppo soffre parecchio le onde e già un mare forza quattro la mette in crisi.

Spiomba con una facilità esasperante, nonostante la cima morbida.

Pertanto non è adatta al Surf con la "S" maiuscola.

Per contro, grazie alle distanze importanti che consente di raggiungere, ovviamente con buona tecnica, è perfetta per la Paf a lunga distanza.

E' anche indicata per la pesca col vivo a teleferica e per il Rock Fishing.

La canna si compone di due sezioni simmetriche e viene venduta con anellatura ibrida composta di 9 anelli, di cui uno sul pedone, che la rendono idonea all'uso sia con mulinellio fisso sia rotante.

Il montaggio è in spina per il fisso, quindi un pò più rigida rispetto all'utilizzo del rotante, che lavora controspina.

Il manico è sottile, circa 22 mm e leggermente cedevole.

La cima è morbida. La serie AX veniva montata con gli Shimano Sic, mentre la BX è venduta con i più economici Hardloy, che comunque vanno alla grande e non arrugginiscono.

Volendo, si può optare per la serie 130, che viene venduta con anellature differenziate, per fisso o per rotante. Il costo dell'attrezzo è proporzionato alla qualità, circa 140 euro, mentre usata la si trova anche a 70/80 euro.