La spiaggia di Sant’Agostino
PDF Stampa E-mail

Fra Roma e Napoli, dalle parti di Gaeta si trova questa bellissima spiaggia, in cui le catture delle mormore sono piccole, ma spesso si avvicinano a riva Spigole e Orate da Capogiro. Una volta fuori da Gaeta, passiamo per la spiaggia di Serapo, per poi arrivare alla Spiaggia di S.Agostino, caratterizzata dall’inconveniente di avere circa quattrocento scalini…Si procede verso il mare ed eccoci arrivati in spiaggia. La Spiaggia. E’ un bellissimo posticino, che regala davvero tantissime catture di mormore però di piccola dimensione, anche se con il maestrale e le acque torbide, le catture di saraghi ci sono, anche se utopiche. Oltre a questi pesci, le catture di spigole ed orate, con il mare mosso e l’alta marea sono possibili, specialmente con l’ausilio di lenze pesanti e esche proteiche come verme di rimini e cannolicchio. Le Attrezzature. Il consiglio è quello di usare canne potenti in grado di lanciare ad una distanza di 90 metri in su, piombi da 130 o 150 grammi. Le mangiate saranno violentissime, con il pesce che punta verso il largo ma fino alla fine, con la giusta tenacia, il pescatore sarà premiato. Per chi preferisce il beach ledgering, ottime sono le montature che con piombi da 80grammi raggiungono l’inizio del “fondo”, a circa 70 metri, dove il pascolo dei pesci inizia ad essere presente in misura maggiore rispetto alla riva. I periodi migliori sono quelli primaverili ed autunnali, con ottimi risultati nel momento del cambio della marea. Notizie Utili per la viabilità. La spiaggia di S. Agostino si trova dopo pochi chilometri dalla cittadina di Gaeta e poco prima dell’abitato di Sperlonga. E’ facilmente raggiungibile percorrendo la strada consolare che collega Napoli a Roma.