In 2 ore di pesca......
PDF Stampa E-mail

"Eh si, si può stare 10 ore in riva al mare e vedere muoversi solo il lento salire del fumo della nostra sigaretta.... oppure no!...


Vi racconto un piacevole episodio capitatomi venerdì 15 giugno scorso...
Mattinata di lavoro, pomeriggio di vento teso e tempo incerto. Volevo partire per il mare ma viste le condizioni ero assolutamente incerto.. non mi andava di farmi 60 km di strada e altrettanti di ritorno rischiando vento da schiaffi e mare di alghe...
La (splendida) compagna della mia vita mi guarda nella mia incertezza e decide per me... "Vai Andrea, al limite ti fai una passeggiata, ci provi un paio di ore e torni presto da me...." Decido per il si... sono ormai le 18.00, parto arrivo ed entro in pesca verso le 19.30....
Vento teso ma in scaduta, mare mosso ma pulito senza sospensioni strane... 125 gr. Pyramidon tengono bene, terminale 0,20 STEEL della Colmic (ci vuole... e se pur rigido compensa la forza del mare), lancio americano e bibi.... e aspetto... aspetto... aspetto.. almeno non c'è mangianza di granchi.... aspetto e saluto un amico 70 enne che passa con il suo divergente stanco... ci fumiamo una sigaretta e ci salutiamo...alla prossima... ore 20.15 due secche botte del cimino.. corro, leggera ferrata e tra la forza del mare sento quelle meravigliose "capocciate" di rabbia... recupero accorto.. e la spiaggio. E' una discreta orata di circa 500 gr..
Sostituisco il bibi e rilancio. Accendo la sigaretta e mi siedo... e la stessa canna risbatte tre,quattro, cinque volte decisa... corro, leggera ferrata e cominciano i minuti per i quali si fanno tanti sacrifici economici, di tempo e fatica fisica vera ma che ripagano di tutto... Ce la faccio appena in tempo a spiaggiare la seconda orata che si slama sulla battigia... Troppo tardi per Lei... 900 gr. di splendida preda... Sono le 21.00 c'è ancora vento, penso alla mia donna... la amo per questo... Chiudo tutto, sono felice così, torno da lei... Alla prossima..... "