Surfcasting-per stare a fondo
PDF Stampa E-mail

Il surfcasting è un tipo di pesca a fondo che permette di catturare bellissime prede di qualsiasi genere e soprattutto di belle dimensioni. Utilizzare i piombi correttamente significa mantenere un certo equilibrio tra la struttura della canna e la lenza, ma anche avere una marcia in più sulla tenuta e sulla distanza. Piombare una lenza sembra facile, a molti basta attaccare un piombo e via così.La realtà tecnica consiste anche nel saper valutare una serie di circostanze che possono determinare il successo nella pesca. Si parte da un’attenta osservazione del mare: in particolar modo del profilo batimetrico, della forza della corrente e di eventuali impedimenti dovuti alle alghe in sospensione. Pertanto fatte le opportune considerazioni, sceglieremo il piombo che più si addice alla situazione presente, magari effettuando qualche lancio di ricognizione per “testare” il fondo. Vediamo di analizzare il concetto tecnico dei piombi per il surfcasting e per quale motivo ne esistono di varie forme. Prima di tutto il peso del piombo deve rientrare nelle range di potenza della canna; poi, secondo valutazioni fatte al momento, sceglieremo la forma che riteniamo di poter sfruttare meglio. I modelli in commercio sono tanti e per questo è utile conoscerli “a fondo” per poter scegliere il migliore e portare avanti una battuta di pesca senza problemi. Di seguito sono elencati alcuni tipi di piombo per il surfcasting:

• Il RACCOBOMB: tipo di piombo con il profilo affusolato e due alette poste sui fianchi. È nato per essere utilizzato con il mare calmo o poco mosso in quanto la sua caratteristica peculiare consiste nell’aumentare il planaggio nella gittata e nel sollevarsi dal fondo durante il recupero. Tali caratteristiche lo rendono particolarmente adatto sui fondi misti a roccia, dove è necessario evitare tappeti d’alghe o qualsiasi ostacolo ne impedisca il recupero.

• Il RACCOTOP: si tratta di un piombo a media tenuta, considerato da molti il più versatile nelle varie circostanze. Il fondo migliore per questo tipo di piombo è quello sabbioso. Secondo le condizioni del mare può essere utile per la ricerca delle buche. Il raccotop è preferito da molti perché non richiede particolari tecniche di lancio e soprattutto per il volo lineare che non subisce farfallamenti eccessivi.

• EVOLUTION: è un piombo tecnico con quattro piccole alette fuse sulla culatta che agiscono da correttori di traiettoria. È un piombo velocissimo e richiede un’alta preparazione tecnica di lancio nonché di precisione. Si usa con mare calmo, specialmente per insidiare le mormore e le orate.

• CONO: si usa quando le condizioni del mare sono tali da compromettere l’azione di pesca. È un piombo che si presta alla forte tenuta e richiede un’attrezzatura calibrata a causa della resistenza che esercita durante il recupero. Tale tipo di piombo si adatta più degli altri al surfcasting. Questi tipi di piombi sono i più utilizzati per tale tipo di pesca. Tale tipo di pesca è da consigliare a tutti, inoltre bisognerebbe provarlo una volta per capire la precisione della tecnica.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 07 Marzo 2010 12:59 )